QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 26°31° 
Domani 25°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 22 agosto 2019

Cronaca sabato 26 aprile 2014 ore 19:15

A Calci più turismo e rilancio dei prodotti locali

Questo è quello che ha chiesto la lista civica uniti per Calci in un incontro tenutosi per parlare di cultura e turismo



CALCI —  La lista civica Uniti per Calci si confronta con i cittadini in vista delle elezioni del prossimo 25 Maggio, dove sostiene la candidatura a sindaco di Paolo Lazzerini. Uniti per Calci nasce dalla fusione di tre liste: Calci nel cuore, una valle un sogno, comunità di Calci. La lista non si appoggia a nessun partito ma raccoglie varie anime della politica locale che hanno sposato un progetto che si pone in totale contrasto con l'attuale amministrazione di centro sinistra.

Settimana scorsa c'è stato il primo di una serie di incontri per illustrare il programma, dal tema Calci terra di cultura e turismo. Il candidato al consiglio comunale Giulio Messerini ha coordinato la serata che ha avuto come relatori gli esperti Francesco Carrera, Ferruccio Bertolini e Sandro Ercolini. Lo scopo di Uniti per Calci è quello di evidenziare aspetti che possono incidere sulla riqualificazione del territorio, come il "fare rete" per rilanciare il turismo legato all'enorme patrimonio naturale e architettonico della valgraziosa.

L'archeologo Francesco Carrera vede la cultura come una risorsa poco valorizzata dall'attuale amministrazione comunale:" La Certosa e la Pieve hanno un potenziale immenso ma sono poco sfruttati, ma anche Nicosia e il museo di scienze naturali sono in stato di abbandono. Non è vero che mancano i soldi per fare degli interventi, si potrebbero utilizzare quelli dei fondi europei alla cultura o ad esempio si possono mandare dei tirocinanti ad occuparsi dei vari restauri. Serve volontà e gente qualificata. In Italia dal 2007 ad oggi ci sono stati tagli importanti alla cultura e interventi spesso sconnessi al territorio. Uniti per Calci vuole fare rete e coordinare delle iniziative che coinvolgono il patrimonio storico e culturale, l'ambiente e le risorse enogastronomiche".

Ferruccio Bertolini mette in evidenza come Calci debba sfruttare meglio la vicinanza a punti strategici importanti:" Abbiamo il Galilei a due passi e non siamo lontani da Livorno e da Lucca, si potrebbe coinvolgere un gran numero di turisti a visitare Calci. Oggi se un visitatore arriva alla Certosa trova una situazione penosa. Bisogna rilanciare gli agriturismi, i bed & breakfast e i ristoranti, cercando di creare anche nuove prospettive di lavoro in questi settori. Le manifestazioni storiche come il gioco del mulino e il gioco del ponte a Pisa vanno potenziati, perché così come sono non portano nessun tipo di attrattiva".

Sandro Ercolini è in perfetta sintonia con chi lo ha preceduto e rilancia:" Trovo molto grave che eventi come il Certosa festival non trovano spazio nel programma degli eventi della provincia di Pisa. Ancora più grave è la situazione dell'ufficio turistico di Calci; molto difficile da raggiungere, con personale è carente e poco disponibile al rapporto con il pubblico dove il turista non si trova neppure le guide. Anche questo tipo di disservizio è responsabilità di chi amministra. L'ufficio va quindi rifondato e deve essere gestito da qualcuno che ami Calci. Bisogna valorizzare i prodotti locali come ad esempio l'olio."

Infine Messerini aggiunge :" Lo scarso decoro urbano è lo specchio del paese ed è un aspetto assolutamente da migliorare, per presentarci nel migliore dei modi ai cittadini e a chi viene a farci visita."

La serata si è conclusa con un breve saluto del candidato sindaco Paolo Lazzerini che ha ringraziato i relatori, la sua squadra di lavoro per le amministrative e i tanti presenti nella sala del comitato elettorale di Uniti per Calci. Prossimo appuntamento mercoledì 30 Aprile alle ore 17 per parlare di urbanistica. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca