QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 8° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 18 novembre 2017

Attualità venerdì 03 ottobre 2014 ore 14:10

Bilancio, tra lotta all'evasione e trasparenza

Il sindaco Di Maio: "Investimenti e tutela dei più deboli". L'assessore Guelfi: "In futuro cambieremo l'atto". Le critiche de l'Altra San Giuliano

SAN GIULIANO TERME — Sì del consiglio comunale al bilancio di previsione 2014.

Un bilancio costruito “dovendo fare i conti con una congiuntura economica, minor gettito per contrazione dei trasferimenti per circa 3 milioni e 400mila euro, impegni già presi per oltre l’80% della spesa prevista e contratti in essere non negoziabili nell’immediato”, spiega il sindaco Sergio Di Maio.

Il quale tiene a sottolineare le azioni compiute: contenimento “della spesa per 600mila euro e  recupero dell’evasione per 620mila euro”.

La manovra fiscale “ha voluto salvaguardare le fasce più deboli o meno ricche. Sul lato redditi, l’innalzamento della soglia di esenzione a 15mila euro rispetto ai 10mila precedenti esenterà dal pagamento dell’imposta circa il 40% dei cittadini del Comune”.

Sul versante patrimoniale, “la progressività legata al valore catastale dell’immobile detenuto sommato a un sistema adeguato di detrazioni rivolto alle famiglie più numerose o delle quali fanno parte portatori di handicap grave o invalidità, genera per il 56% degli immobili presenti sul territorio il pagamento massimo del tributo del 2 per mille”.

Gli investimenti sono stati “limitati all'essenziale. In particolare la costruzione di loculi nei cimiteri, interventi di manutenzione sul manto e sulla segnaletica stradale, manutenzione degli edifici scolastici e il completamento della stazione ecologica di Albavola”.

Aggiunge l’assessore al Bilancio, Carlo Guelfi: “Abbiamo redatto un bilancio che guarda avanti e costruito con criteri di trasparenza e sicurezza. Per il futuro stiamo già pensando d un bilancio nuovo e partecipato con il territorio che porti in seno una contrazione della pressione fiscale finanziata attraverso una contrazione della spesa e, se necessario, dei tagli ai servizi”.

Fin qui il Comune. Ma sulla questione c’è da registrare l’intervento de “L’Altra San Giuliano”, lista di opposizione in consiglio comunale.

“Il nostro voto contrario l’abbiamo manifestato nei confronti del previsto aumento delle entrate tributarie di oltre1 milione e 300mila euro derivante dall'aumento di molte tariffe come per esempio l’addizionale Irpef innalzata alla percentuale massima consentita dello 0,8 per cento, sicuramente più rilevante e gravoso per i sangiulianesi rispetto alla soglia di esenzione dall’addizionale comunale Irpef consentita per i contribuenti in possesso di redditi annui inferiori a 15mila euro.

L’Altra San Giuliano, sottolinea comunque il fatto che alcune delle proposte presentate dalla lista sono “state accettate tranne quella che riguarda la ex scuola materna di Orzignano”.

Altro importante risultato positivo riguarda “la complessa vicenda dei laghetti di Campo. Dopo uno scambio di chiarimenti sui nostri obiettivi è stato approvato all'unanimità un ordine del giorno che impegna il Comune a richiedere alla ditta Donati laterizi la riscossione delle fidejussioni per oltre 700mila euro e che potranno entrare nella disponibilità dell'amministrazione comunale”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Sport

Politica

Lavoro