comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 12°15° 
Domani 11°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 10 aprile 2020

DUE CHIACCHIERE IN CUCINA — il Blog di Sabrina Rossello

Sabrina Rossello

Due nomi due terre d’origine: la Toscana dove sono nata e cresciuta e la Sicilia da dove è partita la mia famiglia e di cui ho respirato tutte le molecole! Due mondi culinari diversi ma entrambe ricchi di sapori colori e cultura! È multipla anche la mia formazione: diplomata geometra, poi Architettura, a 40 anni per passione iscritta a Biologia e nel frattempo corsi di cucina, di wedding e tanta, tanta pratica come personal chef ed oggi sono esperta di cucina gluten free e di cucina salutare sulla basi scientifiche della dieta mediterranea. Nel 2015, ho inaugurato la mia scuola di cucina e di educazione alimentare. Ho scritto 2 libri: “Ti cucino una Storia” e “A tavola con noi – ricette gustose per umani e per cani” ed ho partecipato alla “Prova del cuoco” su Rai 1 e più volte ospite a “Tadà” su RTV38

Lo sfincione

di Sabrina Rossello - lunedì 16 dicembre 2019 ore 07:30

Una “pizza” alta e morbida tipica siciliana, questo è lo sfincione

Non aggiungo altro, provate a farlo e poi mi darete ragione della sua bontà. 

Questa ricetta, super collaudata, è quella che si sono tramandata le donne della mia famiglia, io continuo la tradizione..

Ingredienti per l'impasto (per una teglia da 40x32)

  • Farina 0 250 gr
  • Semola di grano duro 250 gr
  • Acqua tiepida 350 g
  • Lievito di birra secco (disidratato) 7 g
  • Olio extravergine d'oliva q.b
  • Sale fino 10 g

per condire:

  • Pomodori pelati 700 g
  • Cipolle dorate 300 g
  • Olio extravergine d'oliva q.b.
  • Caciocavallo siciliano 200 g
  • Acciughe sott'olio 50 g
  • Origano q.b.
  • Sale fino q.b.

Preparazione impasto:

In una spianatoia (ma se avete la planetaria meglio!) versate la farina setacciata, il lievito disidratato che avrete rinvenuto in acqua tiepida (350gr) e che verserete a filo.

Lavorate l’impasto per almeno 10 minuti o fin quando non sarà completamente incordato. Poi aggiungere un cucchiaio abbondante di olio e lavorate ancora finché l’impasto non sarà nuovamente elastico e l’olio completamente assorbito, infine, unite il sale sciolto in pochissima acqua calda e continuate ad impastare. Formate una palla che trasferirete in una ciotola coperta con pellicola trasparente. Fare lievitare ad una temperatura di circa 20° (volendo anche in forno spento con luce accesa) per almeno 3 ore o fin quando non avrà minimo raddoppiato di volume. Rimpastare nuovamente per altri 5 minuti e fare lievitare una seconda volta (come prima) fin quando l’impasto sarà ridiventato “gonfio” ed elastico, per almeno un’altra oretta..

Condimento

Pulite e affettate una cipolla, versate la cipolla a rondelle in un tegame capiente insieme ad un cucchiaio abbondante di olio e stufate a fiamma molto bassa aggiungendo se è il caso anche un poco di acqua. Cuocete per una decina di minuti e poi unite i pelati.

Aggiustate di sale e di pepe e lasciate cuocere per 30 minuti, mescolando di tanto in tanto Non appena il sugo sarà pronto togliete dal fuoco e fate raffreddare.

Tagliate a cubetti il caciocavallo e grattugiate il pecorino.

Ungete una teglia da 40x32 con un poco di olio, prendete l’impasto lievitato e stendetelo sulla teglia aiutandovi con le dita delle mani, distribuendo l’impasto su tutta la superficie. Lasciatelo lievitare ancora per 30 minuti. Riprendete la teglia e distribuite il pecorino grattugiato ed il caciocavallo, poi aggiungete i filetti di alici, scolati dall'olio di conservazione, spezzettati a mano. Distribuire sopra il sugo preparato in precedenza e infine cospargete la superficie con l’origano. Cuocete in forno preriscaldato a 200° per circa 50 minuti.

Sabrina Rossello

Articoli dal Blog “Due chiacchiere in cucina” di Sabrina Rossello

 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca