QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 13° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 13 novembre 2019

Cronaca martedì 14 ottobre 2014 ore 18:00

Gli studenti del 'Marconi' manifestano a Pisa

Entro il 2015 il liceo riuscirà ad ottenere gli interventi necessari per l'istituto. Queste le promesse della provincia agli studenti



PROVINCIA DI PISA — Questa mattina circa 150 ragazzi del liceo scientifico "G. Marconi" di San Miniato hanno manifestato i loro disagi davanti alla sede della provincia di Pisa, in piazza Vittorio Emanuele. Dopo un breve corteo dalla stazione alla piazza hanno proseguito il sit in davanti alla Provincia di Pisa, con cartelloni che chiedevano spiegazioni sulla situazione di degrado nella loro scuola. 

In accordo con le forze dell'ordine una delegazione di studenti è stata ricevuta dall'ingegnere provinciale Genoveffa Carluccio. L'ingegnere, ascoltando le richieste degli alunni, ha promesso loro che grazie al nuovo accordo con il proprietario dell'edificio adiacente (che adesso sembra disposto ad affittare l'immobile a seguito delle forme di protesta dei ragazzi) e ad un nuovo studio al fine di ricavare nuovi spazi, il liceo riuscirà ad avere di nuovo l'aula magna, gli spazi per le assemblee e ci sarà la possibilità di utilizzare i laboratori senza troppe problematiche.

Inizialmente la Provincia aveva concordato con il proprietario dell'edificio adiacente al "Marconi" l'affitto di 5 classi. A causa di motivi ancora sconosciuti, il proprietario sembra aver cambiato idea, costringendo la Provincia a mobilitarsi al fine di creare nuove aule per fare spazio all'Istituto Carducci e all'Istituto Falchi ricavandone però solo tre aule: una per i ragazzi con bisogno di sostegno e altre due ottenute dalla divisione dell'aula magna, costringendo però due classi ad alternarsi. 

Per quanto riguarda la palestra la Carluccio ha spiegato agli studenti quanto sia difficile adibire una zona predisposta solo per uffici, ad attività sportive. Infine l'ingegnere ha fatto presente che l'idea migliore sarebbe comunque quella di ( in un futuro non troppo distante) riuscire a progettare una nuova scuola dal momento che gli edifici ormai abbandonati a se stessi ( topi, zanzare, immondizia) non sono adatti per la creazione di nuove classi e inoltre perché sono in possesso di aziende in via di fallimento.

Questa manifestazione si è svolta dopo la giornata di sabato 11 ottobre, in cui alcuni ragazzi sono stati in questura per richiedere l'autorizzazione. La protesta si è svolta nel massimo rispetto dell'ordine pubblico. 



Tag

Matteo Salvini fa l'accento romagnolo mentre visita un'azienda per la campagna elettorale in Emilia-Romagna

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Politica

Cronaca