QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 12° 
Domani 11°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 27 gennaio 2020

Politica lunedì 09 dicembre 2019 ore 14:08

Statalizzazione scuole infanzia, "Grave errore"

La consigliera regionale M5s Irene Galletti

Presentata mozione M5S in Consiglio regionale per disincentivare il processo di statalizzazione. Galletti:"Grave errore"



FIRENZE — “Dal mese di gennaio 2019, l’amministrazione comunale di Pisa sta perseguendo la strada per la riduzione sistematica delle proprie scuole dell’infanzia, portando in avanti un piano di “statalizzazione” delle scuole dell’infanzia comunali. Al netto degli attacchi politici da parte di varie forze politiche nei confronti di questo procedimento, va riconosciuto che il processo di statalizzazione si sta progressivamente diffondendo nei vari comuni della Toscana, senza eccezione di colore della giunta: e penso che questo sia un grave errore. Spostare la responsabilità da un ente locale, che ha più facilmente il polso del territorio e delle esigenze delle famiglie che lo abitano, al governo centrale sposta solo il problema da un livello istituzionale all'altro". 

Lo ha detto Irene Galletti, consigliera regionale M5s, che ha presentato sulla questione una mozione in Regione.

"Peggio ancora - ha aggiunto - se questo avviene con le modalità di cui ho letto all'interno della Conferenza Zonale per l'educazione e l'istruzione della zona pisana. Il Governo è già pienamente impegnato con successo nell’aiutare le famiglie con contributi per gli asili nido, grazie a una copertura finanziaria di 9 miliardi di euro. La Regione e i comuni devono fare la loro parte e semmai coordinarsi per i fabbisogni con il governo centrale, senza demandare. A tal fine ho presentato una mozione in Consiglio regionale chiedendo che la Regione prenda ogni necessaria iniziativa affinchè il processo di statalizzazione delle scuole dell’infanzia comunali in Toscana venga disincentivato e si vada verso un processo di valorizzazione e tutela sul modello della scuola comunale inteso come servizio alle famiglie e al territorio.”



Tag

Regionali, Borgonzoni padre: 'Non mi dispiace per mia figlia'

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità