QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 27°33° 
Domani 26°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 26 giugno 2019

Attualità lunedì 21 gennaio 2019 ore 14:58

I nuovi vertici dell'azienda ospedaliera pisana

Il direttore generale ha scelto la sua squadra confermando il direttore amministrativo e nominando il nuovo direttore sanitario



PISA — E’ stata completata la squadra che dirigerà l’Azienda ospedaliero-universitaria pisana nei prossimi tre anni di mandato. Il neo-direttore generale Silvia Briani (foto) ha scelto infatti Carlo Milli (foto), riconfermato nel ruolo di direttore amministrativo, e Grazia Luchini (foto) nel ruolo di direttore sanitario.

Carlo Milli ricopre l’incarico di direttore amministrativo in Aoup dal novembre del 2012.

Pisano, 47 anni, laureato in Economia e commercio all’Università di Pisa, prima di approdare in Aoup ha diretto il Dipartimento di amministrazione e finanza dell’ex Asl 10, con incarico anche di vicedirettore amministrativo dopo una lunga esperienza nel privato, per conto di una primaria società di revisione e consulenza aziendale. In questi sette anni alla guida della Direzione amministrativa ha seguito direttamente, oltre agli ambiti di competenza specifica, i più importanti progetti di sviluppo aziendale promossi dalla precedente Direzione.

Il neo-direttore sanitario proviene invece dall’Azienda Usl Toscana nord-ovest, dove ha ricoperto il ruolo di direttore della rete ospedaliera. Di Viareggio, 55 anni, laureata in Medicina e chirurgia e specializzata in Igiene e medicina preventiva, prima di ricoprire questo incarico dopo l’accorpamento delle Asl disposto dalla riforma regionale, è stata direttore sanitario all’ex Asl 12 Versilia. Prima ancora, sempre all’ex Asl Versilia, ha guidato la Direzione medica di presidio ospedaliero e la struttura complessa di Accreditamento e qualità. Esperta di organizzazione dei servizi sanitari, qualità, gestione dei rifiuti, sanificazione e sterilizzazione, si è occupata in ruoli diversi della promozione della salute nelle strutture ospedaliere attraverso progetti e modelli specifici (intensità di cure, Hph, ospedale senza dolore, ospedale senza barriere architettoniche) e, in questi ultimi anni, del coordinamento degli 11 ospedali delle province di Pisa, Lucca, Livorno e Massa per garantire uniformità di cure in tutto il territorio.

“E’ una squadra che ha tutte le caratteristiche – ha dichiarato il direttore generale Silvia Briani – per poter lavorare bene, con determinazione e in sintonia. Di Carlo Milli infatti, in questi due anni in cui sono stata a Pisa, ho avuto modo di apprezzare le capacità organizzative, la tenacia e la dedizione al lavoro, l’entusiasmo e sicuramente anche l’attaccamento all’Azienda, trattandosi in fondo dell’ospedale della sua città. La sua “pisanità”, in tal senso, ci aiuterà quindi anche a interpretare aspetti peculiari che necessariamente caratterizzano un’Azienda di queste dimensioni, composta di professionisti che arrivano da tutt’Italia ma che sono integrati nel tessuto sociale di questa città e di questa comunità. Di Grazia Luchini - prosegue – che viene come me dall’esperienza della Direzione sanitaria, conosco la determinazione, le capacità pragmatiche, l’approccio innovativo ai problemi e l’attenzione alla centralità del paziente. Insieme a lei, quindi - che porta in un’Azienda ospedaliero-universitaria il suo bagaglio formativo e professionale maturato in una lunga esperienza nelle Aziende territoriali poi confluite nell’accorpamento voluto dalla riforma – riusciremo a interpretare e migliorare ancora di più l’integrazione ospedale-territorio, che sarà una questione cruciale negli anni a venire, con l’invecchiamento progressivo della popolazione e l’aumento delle cronicità”.

Grazia Luchini prenderà servizio in Aoup dal 1 febbraio; Carlo Milli è invece già operativo nel suo ruolo riconfermato. Non appena tutti e tre saranno riuniti a Pisa, è intenzione della Direzione aziendale effettuare delle assemblee itineranti con tutto il personale afferente ai 12 Dipartimenti (10 sanitari e 2 amministrativi) per ascoltare le istanze, raccogliere proposte, analizzare insieme i problemi e risolvere eventuali criticità con il contributo di tutti 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Politica

Cronaca