QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 20°22° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 18 agosto 2019

Politica lunedì 24 marzo 2014 ore 16:20

"Il problema movida non si risolve con le multe"

Il coordinatore comunale Forza Italia Giovani Paladini è preoccupato per la città: "Urge una presa di posizione prima che sia troppo tardi"



PISA — "Regole valide per tutti, non solo per chi è facile colpire con una sanzione amministrativa". Le chiede Lorenzo Paladini, capogruppo Forza Italia CTP 6 di Pisa e coordinatore comunale Forza Italia Giovani per contrastare le conseguenze della movida pisana. 
"Non è con le multe a bar e commercianti - secondo Paladini - che si risolve il problema. L’amministrazione comunale pensa di risolvere le criticità del centro storico con quattro sanzioni buone solamente a rimpinguare le proprie casse, mettendo in crisi i commercianti pisani, già strozzati dal fisco-assassino".

I raid della polizia municipale, secondo il coordinatore, non sono un "intervento mirato e prospettico che possa risolvere il problema. Cosa succederebbe al centro storico se quelle poche attività, che tuttora resistono nonostante l’implacabile concorrenza di minimarket e kebabari, chiudessero? Il centro storico sarebbe ancor più di ora nella mani di spacciatori e punkabbestia, il degrado e la sporcizia dilagherebbero anche in quegli angoli che pochi coraggiosi rendono decorosi, la criminalità sarebbe la nuova legge trasformando la nostra città sempre di più in un far west.

Come Forza Italia abbiamo affrontato il problema in tutti i luoghi, istituzionali e non, a tutti i livelli, dal movimento universitario (Studenti per le Libertà, anch’esso protagonista del dibattito), ai gruppi consiliari in consiglio comunale e Ctp e continueremo a farlo.

Pisa merita una progettualità diversa, merita un’amministrazione che metta il decoro, lo sviluppo e il benessere dei propri cittadini al primo posto, merita di non essere abbandonata a se stessa, merita di essere vivibile per tutti, anche per chi oggi ha timore a uscire di casa la sera".
Riguardo alle regole, poi, Paladini ribadisce la sua posizione: "Le regole vanno rispettate, commercianti compresi, ma che siano regole valide per tutti, non solo per chi è facile colpire con una sanzione amministrativa, ma anche per i ladri di borse al duomo, per i vagabondi e gli spacciatori, per gli abusivi e per i rapinatori. Il comune non si nasconda dietro la facile scusa che questi non sono problemi di natura amministrativa poiché ciò non fa venire meno la sua responsabilità politica e morale. Urge una presa di posizione dell’amministrazione ora, subito, prima che sia troppo tardi e che la situazione degeneri irrimediabilmente".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità