QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 17°23° 
Domani 17°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 25 maggio 2019

Cronaca martedì 13 maggio 2014 ore 13:25

Modificare il mondo senza inquinarlo, ecco la nuova plastica

Sarà illustrata in una conferenza alla Scuola Normale dal chimico Guerra



PISA — Nuovi materiali plastici. Modificare il mondo senza inquinarlo è possibile, secondo Gaetano Guerra, che sarà a Pisa mercoledì alle 18  per una conferenza alla Scuola Normale nell’ambito del progetto Virtual Immersions in Science (Vis).
Il chimico, tra i massimi esperti mondiali nel settore delle plastiche nanoporose, illustrerà le qualità di questi materiali dalle caratteristiche innovative. In particolare l’attenzione sarà rivolta a una plastica economica e riciclabile che si ritiene sia molto promettente per la purificazione dell’acqua e dell’aria da inquinanti organici volatili e per la rimozione d’etilene ed anidride carbonica da vegetali e frutta (per aumentarne i tempi di vita dal momento del raccolto).

Guerra illustrerà come la ricerca su questi materiali avrà un benefico impatto ambientale ed economico nei prossimi anni e racconterà al contempo, tramite aneddoti personali, le esperienze umane che vive lo scienziato nel compiere le sue ricerche in questo campo competitivo.
L’ingresso è aperto al pubblico e non è richiesta la prenotazione. Dopo la conferenza, a partire dalle 19, ci sarà una breve mostra a tema al Palazzo del Capitano, storica sede della Biblioteca della Scuola Normale Superiore, in cui verranno illustrati testi antichi di grande pregio legati all’argomento della conferenza.
Gaetano Guerra è professore di Chimica Macromolecolare all’Università di Salerno. Tutta la sua attività scientifica ha avuto per oggetto lo studio di materiali polimerici, affrontato sia da un punto di vista teorico che sperimentale ed è documentata da oltre duecentosettanta pubblicazioni su riviste a diffusione internazionale. Nella sua carriera ha ricevuto numerosi riconoscimenti e nel 2010 il suo gruppo di ricerca è stato insignito, dal Presidente della Repubblica, del “Premio Nazionale Innovazione” (per le migliori idee imprenditoriali ad alto contenuto tecnologico).



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cultura