QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 20°22° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 18 agosto 2019

Politica mercoledì 04 marzo 2015 ore 12:00

Iniziative gender nelle scuole elementari

Nap presenta un'interpellanza. Forza Nuova: " Il lupo vestito da agnello si presenta con la bandiera della tolleranza"



PISA — I consiglieri comunali Diego Petrucci e Maurizio Nerini della lista civica Noi adesso Pisa hanno presentato una interpellanza – che si allega - sulle “iniziative tendenti alla promozione dell’ideologia gender tra i bambini delle scuole elementari di Pisa.”

“In molte scuole italiane - così scrivono i due consiglieri comunali - si verificano iniziative tese alla promozione tra i bambini dell'ideologia "gender": sembra che anche nelle scuole elementari di Pisa vi sarebbe il tentativo di diffondere tale ideologia”.

“Ciò premesso – continuato Petrucci e Nerini – chiediamo di sapere, chi, nella eventualità, avrebbe titolo ad autorizzare tale tipo di iniziative, se corrisponde al vero, inoltre, che nelle scuole elementari di Pisa vi siano state iniziative di tal genere e se, in caso affermativo, chi finanzia questi progetti e, nello specifico, se vi sono iniziative in tal senso finanziate o promosse dalla Regione Toscana”.

I due consiglieri comunali chiedono, poi, “se l'Amministrazione Comunale ha in qualche modo aderito a progetti finalizzati a tale obiettivo o abbia dato la propria disponibilità ad essere coinvolta e se vi sono richieste di associazioni ed, in caso affermativo, quali e, infine, quale sarebbe la finalità di certi progetti nel quadro della didattica delle scuole elementari”

Sulla questione interviene anche Forza Nuova: "Quanto sta succedendo in alcune scuole materne ed elementari pisane (vedi istituto Mazzini) è quello che sta succedendo ormai in tantissime, troppe, scuole italiane e cioè un vero e proprio indottrinamento ai danni dei più deboli, dei più innocenti, dei bambini. Il copione è sempre lo stesso, il lupo vestito da agnello si presenta con la bandiera della tolleranza e dell’accettazione ma in realtà propone la cosiddetta ideologia gender come la nuova verità assoluta che nessuno, in nessuno modo può ostacolare.  Chi prova a farlo deve essere messo a tacere, è necessariamente un omofobo, a prescindere da quello che dice, e per questo deve essere eliminato dalla vita pubblica, anche tramite l’uso della violenza.  In questo senso parlano chiaro le numerose aggressioni fisiche avvenute in tutta Italia ai danni delle Sentinelle in Piedi (persone che manifestano nel modo più pacifico possibile); gli atti intimidatori di tipo mafioso come il danneggiamento di un’insegna del quotidiano “La Croce” avvenuta lo scorso 19 gennaio a Milano dopo che il direttore del giornale, Mario Adinolfi, aveva partecipato ad un convegno sulla famiglia tradizionale tenutosi poco distante oppure l’imbrattamento di una statua della Madonna e della chiesa della parrocchia di S. Giovanni a Lecce dove lo scorso 16 febbraio il parroco aveva tenuto una conferenza sulla famiglia, gli attivisti LGBT non erano riusciti ad interrompere la conferenza e così hanno sfogato la loro intolleranza. Alla luce di quanto sta avvenendo oggi in Italia firmare la petizione on-line su notizieprovita.it è un atto di doverosa responsabilità di ogni cittadino libero che intende difendere la libertà di manifestazione del pensiero; il diritto dei genitori ad educare i propri figli come meglio credono senza che estranei vadano a scuola a dirgli come, dove, quando e con chi fare sesso; ma soprattutto per chi intende difendere l’innocenza e la libertà dei nostri bambini. Forza Nuova, come sempre, sarà in campo in difesa dell'infanzia e della famiglia".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità