QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 10°14° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 20 marzo 2019

Attualità venerdì 11 novembre 2016 ore 15:12

140mila euro per la sicurezza urbana

Arrivano anche a Pisa i fondi regionali destinati agli interventi di risanamento, soprattutto nella zona della stazione ferroviaria



PISA — Quasi seicentomila euro contro il degrado e per una maggiore sicurezza urbana. La Regione, con il contributo anche del Consiglio regionale che ha messo a disposizione risorse risparmiate nel 2016, finanzierà cinque progetti di altrettante città toscane capoluogo: tra queste c'è anche Pisa.

Il progetto di Pisa si muove tra due livelli: la prevenzione sociale da un lato e interventi di risanamento del tessuto urbano dall'altro. Ci saranno così laboratori nelle scuole e animazioni territoriali, ma anche un sostegno diretto alle persone senza dimora nei periodi di emergenza, quando fa troppo freddo o troppo caldo. 

Sul fronte invece degli arredi urbani l'attenzione si concentrerà sulla zona della stazione centrale:"L'area più problematica" sottolinea l'assessore comunale Andrea Serfogli. E' prevista la demolizione e il rifacimento dell'impianto di illuminazione in viale Bonaini che sarà migliorato e potenziato. Gli interventi si sommano naturalmente ad altre azioni già messe in campo, autonomamente, dall'amministrazione comunale.

L'intervento sull'arredo urbano è quello economicamente più impegnativo, prevedendo una spesa totale di 145.000 euro, di cui 110.000 finanziati dalla Regione Toscana. Si tratta di garantire a viale Bonaini, strada che si trova tra la stazione e il complesso scolastico di via Benedetto Croce, una pubblica illuminazione più efficiente che, sostituendo l’attuale impianto ormai vetusto, scoraggi i fenomeni di inciviltà e di microcriminalità che tendono ad annidarsi nelle zone più buie. Il rifacimento dell’impianto sarà realizzato con lampioni a led installati ancorati alle facciate o su pali. L’altezza dei corpi illuminanti sarà di circa 6 metri dal suolo.

Il secondo intervento, quello di tipo sociale, comporterà una spesa di 38.760 euro, di cui 30.000 a carico della Regione Toscana ed è finalizzato al rafforzamento della prevenzione sociale nei confronti del fenomeno dei senza fissa dimora, per risolvere il problema dello stazionamento in spazi ferroviari e sotto i loggiati, attraverso la presenza di operatori addetti alla prevenzione sociale e la partecipazione attiva della cittadinanza. L’intervento sui senza tetto, che verrà realizzato dalla Società della Salute, rafforzerà la presenza in zona degli operatori sociali e prevede attività quali laboratori nelle scuole, organizzazione di mostre sul territorio progettate e realizzate con CTP, cittadinanza ed esercizi commerciali del posto, sostegno diretto alle persone senza dimora nei periodi di emergenza freddo e caldo.

Un plauso all'intera operazione di lotta al degrado è arrivato dai consiglieri regionali Nardini e Pieroni (Pd): "La sicurezza è percorso virtuoso che può coinvolgere tutta la collettività ed è fondamentale partire dalla scuole", hanno detto, mentre il sindaco di Pisa Marco Filippeschi ha sottolineato come "Ancora una volta Pisa si dimostra capace di attrarre finanziamenti importanti. La sicurezza della zona Stazione è un tema strategico per la città, per i residenti e per i 17 milioni di passeggeri che vi transitano ogni anno".

Il progetto-sicurezza finanziato dalla Regione integra il più vasto progetto presentato dall’Amministrazione Comunale nell’ambito del bando nazionale per la riqualificazione urbana e sicurezza delle periferie. Il progetto, approvato dal Governo, prevederà il ridisegno e la riqualificazione urbanistica sia della zona nord della Stazione (in particolare viale Gramsci) sia della zona sud (in particolare il quartiere di San Giusto). Come pure le attività di natura sociale finanziate dalla Regione andranno ad integrare le nuove proposte culturali già iniziate presso il Dopolavoro Ferroviario ed il cinema Teatro Nuovo.

Sappiamo quanto importante sia garantire la sicurezza delle nostre città ed è proprio in nome di questa consapevolezza che questo tema era in cima all'agenda degli impegni che mi ero preso in campagna elettorale. Ecco perché, con l'ufficio di presidenza del Consiglio Regionale, abbiamo deciso di destinare parte dei risparmi fatti sul bilancio dell'ente proprio a questo tema. Soldi risparmiati dalla politica, insomma, che come Regione, pur non avendo competenze dirette, sono stati destinati alla realizzazione di questi progetti pilota. Si tratta, evidentemente, di un primo piccolo passo ma credo altamente significativo della volontà di affrontare a tutti i livelli un argomento tanto sentito dai cittadini”.

Così Antonio Mazzeo, consigliere regionale PD e membro dell’ufficio presidenza con delega al bilancio, commenta la presentazione dei 5 progetti pilota sulla sicurezza che saranno realizzati in Toscana tra cui uno, confinanziato con 140mila euro dalla Regione, nella città di Pisa.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Politica