comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:50 METEO:PISA12°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 26 novembre 2020
corriere tv
Maradona, la lunghissima fila di tifosi in coda per la camera ardente

Cronaca giovedì 29 ottobre 2020 ore 18:00

Tamponi, richieste doppie rispetto a capacità

La situazione è spiegata dal professor Mauro Pistello, direttore dell'unità operativa di virologia dell'Aoup. Problemi anche sui reagenti



PISA — Le attese nelle risposte sui tamponi, in questo momento, sono dovute a una richiesta che è di quasi il doppio rispetto alle capacità di analisi delle macchine.

Il professor Mauro Pistello, direttore dell'unità operativa di virologia dell'Azienda ospedaliera pisana, spiega cosa sta succedendo. 

La situazione pisana è simile a quella di altre realtà toscane. La struttura, con i macchinari a disposizione, ha una capacità giornaliera di analisi di circa 1500 tamponi, ma in realtà ne riceve anche 2500. "Le macchine operano 24 ore al giorno, senza interruzione e il personale è encomiabile nel lavoro quotidiano che viene svolto", spiega Pistello. Ovviamente ci sono inevitabili ritardi, considerando anche che i tamponi prioritari sono quelli di area ospedaliera e cioè urgenze del Pronto Soccorso e pre ospedalizzazioni, che devono ricevere risposte nell'arco di poche ore.

"Purtroppo c'è poi un altro problema - aggiunge Pistello - quello dei reagenti. La domanda è superiore alla capacità di offerta e le ditte produttrici, che sono poche, privilegiano i mercati interni dei propri Paesi".

La soluzione per alleggerire la pressione?:"I test rapidi - dice Pistello - Consentirebbero di effettuare un primo screening e poi, nel caso di esito positivo, effettuare il tampone".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità