QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 17°20° 
Domani 13°17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 30 maggio 2016

Cronaca giovedì 07 gennaio 2016 ore 18:22

Pd ancora in lutto, muore Angiolino Diomelli

Ex sindaco di Santa Maria a Monte, era personaggio di spicco del Partito democratico. Il cordoglio del deputato Paolo Fontanelli

PISA — A pochi giorni dalla scomparsa di Andrea Alderigi, se ne va un altro esponente del Pd pisano, Angiolino Diomelli.

Il tra i messaggi di cordoglio, anche quello del deputato Paolo Fontanelli: "La scomparsa di Angiolino Diomelli mi rattrista molto - afferma il parlamentare pisano - con lui va via un'altra figura della generazione che negli anni sessanta e settanta contribuì in modo significativo alla crescita politica, organizzativa e sociale del PCI nella provincia di Pisa. Operaio della Piaggio, dirigente della Cgil e poi dirigente del Pci come responsabile dei comitati di zona della Valdera, del Cuoio e dell'organizzazione nella segreteria provinciale della federazione pisana e come consigliere dell'Amministrazione provinciale. Contribuì non poco a far avanzare una nuova sensibilità sul tema del rapporto fra attività produttive e ambiente, nel quadro della battaglia per affermare e costruire i processi di depurazione delle acque nella zona del cuoio. Infine, negli anni ottanta, sindaco di Santa Maria a Monte, apprezzato e benvoluto dai suoi cittadini. Anche da pensionato, finché la salute lo ha sostenuto, ha continuato nell'impegno politico e soprattutto sociale. Angiolino era un operaio attaccato alla sua cultura di base, le radici di classe, ma che cercava sempre di svilupparla in un ambito più ampio e più aperto. Era curioso e capace di innovazione, come dimostrò nella sua opera di amministratore. Verso di noi, la generazione più giovane del PCI, quella degli anni settanta, ebbe sempre un atteggiamento di incoraggiamento a farsi avanti nella lotta politica, anche nel partito, ma sempre mantenendo un comportamento unitario fatto di rispetto, di rigore intellettuale e di onestà. Angiolino, a suo modo, è stato un esempio e un educatore alla politica. Una politica che non perdeva mai di vista l'interesse dei lavoratori e dei più deboli. Persone così non si dimenticano. Ciao Angiolino, con un grande, sentito e affettuoso grazie, per quello che hai fatto e ci hai insegnato".
Un messaggio di cordoglio è stato inviato anche dal segretario provinciale Alessio Lari a nome del Pd e dalla senatrice Maria Grazia Gatti.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Spettacoli