QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 11°23° 
Domani 16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 25 aprile 2019

Attualità mercoledì 14 settembre 2016 ore 11:45

Il clochard uscito dalla penna dell'esordiente

Luca Poli

Luca Poli, trent'anni, ha pubblicato il suo primo romanzo, già vincitore di un concorso. Questo pomeriggio lo presenterà nella biblioteca Sms



PISA — Un colpo di coda della vita improvviso costringe Domenico Baroni, stimato professionista torinese, a rivedere radicalmente la propria vita. Costretto a vivere come un clochard, Baroni scopre un mondo sommerso, un'esistenza fatta di miseria che non lo aveva mai sfiorato e della quale si ritrova, suo malgrado, a far parte.

Un'avventura iniziatica fatta di sorprese e grandi lezioni, scritta da un giovane esordiente pisano: Luca Poli, 30 anni, attore e scrittore al suo primo romanzo.

Il panorama letterario locale, dunque, accoglie un nuovo nome nella lista degli scrittori. Luca segue laboratori teatrali al Teatro Lux e al teatro Verdi, ama la recitazione, è laureato in Cinema Musica e Teatro ed è reduce da una festosa presentazione svoltasi alla Feltrinelli.

Questo pomeriggio la seconda, fissata alle 18 nella biblioteca Sms di Pisa. Accanto al giovane scrittore ci saranno Giorgio Vierda, regista del teatro Lux e l'editore Carlo Scorrano, di Istos edizioni.

"La prima presentazione è stata emozionante - racconta Luca - spero che sia soltanto l'inizio, la mia intenzione è quella di spingere il libro oltre i confini pisani. Al momento è disponibile in tutte le librerie della città".

Appassionato di realismo magico e letteratura sudamericana, Luca Poli dice di apprezzare molto Maria Teresa di Lascia, scrittrice scomparsa prematuramente e premio Strega nel 1995: "La cito nel libro perché la moglie del protagonista tiene il libro passaggio in ombra sul comodino".

Nel suo Clochard, Poli ha voluto raccontare la storia di uomo costretto a fare il vagabondo: "Volevo parlare di un uomo con una buona posizione sociale, soddisfatto della vita e stimato - spiega - mi interessava farlo passare a una condizione di bisogno, in cui non avrebbe mai immaginato di potersi trovare. Solo e non considerato, dovrà cercare un riscatto".

Domenico è un uomo sui quarant'anni con due figli che si trova per un errore banale a dover rivedere tutta la sua vita. Il romanza è ambientato a Torino: "Il protagonista capirà che le cose più semplici sono quelle più belle e salutari. Ho ritagliato interviste e letto giornali per capire come mai persone di buon rango a volte scelgono di abbandonare tutto - prosegue Luca. - Il mio personaggio non lo ha scelto la sua nuova condizione, ma incontrerà chi ha deciso di staccarsi volontariamente dalla società".

Il libro è arrivato terzo al premio nazionale Monte Argentario 2016. Luca guarda a futuro: "Nel cassetto ci sono altre storie - anticipa - ma non ho fretta".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca