QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 17°21° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 21 luglio 2019

Politica giovedì 13 giugno 2019 ore 09:00

"La Lega sulla sicurezza non ha risolto nulla"

A dirlo è il Pd dopo i fatti di cronaca avvenuti a Pisa e Cascina:"Sulla sicurezza la Lega si assuma le sue responsabilità"



PISA — "Di fronte alle notizie di cronaca di queste ore che ci giungono da Cascina e da Pisa appare evidente che il tema della sicurezza e della piccola criminalità non è affatto risolto nelle due città e, anzi, forse sta vivendo anche una recrudescenza. Gli amministratori delle due città, della Lega, però non trovano di meglio che attaccare le passate amministrazioni comunali.

Il Pd li invita a prendersi le loro responsabilità."

Lo dice una nota ufficiale del partito, che aggiunge:

"Gli attuali amministratori leghisti, grandi ammiratori delle ruspe salviniane, avevano promesso agli elettori dei due comuni di risolvere il problema della sicurezza (peraltro da loro sempre coniugato in funzione anti-immigrazione). A Pisa in un anno abbiamo visto solo qualche fontanello chiuso e una incredibile ordinanza contro chi si siede sui gradini. Il tutto mentre in città il problema cresce. A Cascina, dove gli eventi criminali ormai fanno poca notizia, ieri sono stati persino aggrediti dei carabinieri (a loro va tutta la nostra solidarietà). In compenso la sindaca, che pure aveva fatto grandi proclami in materia, non ha trovato di meglio che candidarsi alle europee e lasciare quindi la grana in mano a chi verrà dopo di lei a guidare la città.

Insomma ai cittadini vorremmo far riflettere sul fatto che questo tema, molto delicato, e anche in parte sottovalutato nel passato, è stato semplicemente strumentalizzato per acchiappare voti, salvo poi non risolvere nulla.

Noi lanciamo un invito a lavorare sulla legalità complessiva del Paese, della Toscana e delle nostre comunità. Senza soffiare sul fuoco delle divisioni ma creando le condizioni sociali e culturali per avere comunità coese, giuste, inclusive e solidali. La crisi economica tende ad aumentare le diseguaglianze sociali ed economiche, che la destra poi adopera per dividere. La soluzione è combattere l'ingiustizia sociale non lasciando nessuno indietro.

Il Pd pisano nei giorni scorsi ha dato un forte segnale di rinnovamento e di radicamento territoriale. Continuerà a lavorare per dare risposte nuove e adeguate, per una società unita, coesa, sicura e più giusta."

Critiche a Conti arrivano anche dall'ex sindaco di Pisa Marco Filippeschi:

"Dopo i risultati delle elezioni europee a Pisa e quelli delle comunali in provincia, il sindaco è molto nervoso. Vero. C'è lo stillicidio dei furti e delle risse come non c'era mai stato, basta leggere e confrontare le cronache. Vero. Alla Stazione la situazione è peggiorata. La brillante idea di mettere un ufficio della Polizia Municipale in Galleria Gramsci in un locale "prestato gratis dal gestore del Punto Snai" si è rivelata un boomerang. Sta sempre chiuso (dicono che non è a norma... se ne sono accorti dopo) e quando apre... fa la guardia al Punto Snai. Un vero capolavoro, ma all'incontrario: hanno consolidato, gratis, la presenza dell'agenzia di scommesse. Il sindaco che l'ha preceduto invece stava lavorando con il prefetto di allora, il Dott. Attilio Visconti, perché il Punto Snai potesse trasferirsi altrove. Allora si cercava di fare l'esatto contrario, ma ora... chi ce la leva più?! Come si vede bene, passare dalla propaganda e dalla strumentalizzazione ai fatti è difficile. E bisogna lavorare con più senno e meno... "spray urticante"... I problemi c'erano e ci sono e sono seri, difficili da risolvere, in tutte le città, nonostante le sparate di Salvini. E' una bugia vergognosa quella che dice il sindaco: non solo non riducevamo quello che accadeva a "percezione" - ci sono decine e decine di dichiarazioni e interviste a testimoniarlo -, ma cercavamo di fare, mettendoci sempre la faccia, non nascondendo le difficoltà dovute in realtà all'abbandono delle città in cambiamento da parte dei governi (plurale) e magari ricevendo qualche manifestazione contro perché il sindaco era "sceriffo". O qualche comunicato sindacale un po' risentito perché s'impiegava la Polizia Municipale (nota: le nuove assunzioni erano già largamente programmate) "solo per fare sicurezza urbana". E a dire sempre bugie, come fa Conti, la faccia... si perde".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità