QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 13° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 21 novembre 2019

Attualità martedì 02 luglio 2019 ore 19:00

Pronto soccorso preso d'assalto da 345 persone

In alcuni casi l’attesa in barella si è protratta per diverse ore. L'Aoup: "Se è mancato il comfort, non è venuta mai meno la sicurezza delle cure"



PISA — Pronto soccorso preso d'assalto da 345 persone nell'arco di 24 ore. Il picco straordinario di accessi, complici anche le alte temperature, si è registrato ieri. In una nota l'Aoup tranquillizza la collettività e fa chiarezza sulla situazione.

"Tutti i pazienti che si sono rivolti al pronto soccorso nell’ultimo fine settimana  - sottolinea l'Aoup in una nota- sono stati presi in carico e assistiti in maniera adeguata e nel rispetto dei protocolli di sicurezza. Non altrettanto si può dire forse per il comfort, ossia la sistemazione in reparto, dal momento che in alcuni casi l’attesa in barella si è protratta per diverse ore, ma ieri si è registrato un picco straordinario di 345 accessi (a fronte di una media annuale di circa 300). Si è trattato comunque di una situazione transitoria, senza dimenticare che i pazienti sistemati sulle barelle (che sono letti tecnici e quindi ergonomiche), vengono continuamente monitorati e rivalutati, h24, e si trovano all’interno di un Dipartimento come quello di emergenza-urgenza, fornito di tutti i presidi, le competenze e le attrezzature per intervenire tempestivamente in ogni situazione. Questo per dire che, se è mancato il comfort, non è venuta mai meno la sicurezza delle cure, che è quello che maggiormente sta a cuore anche ai familiari, in periodi di sovraffollamento come questi".

"Ormai l’aumento degli accessi quotidiani al pronto soccorso, a Pisa come negli ospedali di tutt’Italia, è divenuto una costante - osserva l'Azienda ospedaliera universitaria pisana- e tutto questo non ha a che fare con il periodo di ferie dal momento che la dotazione di personale e di posti letto, in tutta l’area dell’emergenza-urgenza, in Aoup non è stata assolutamente ridotta. Oltretutto, proprio in questi giorni, si è deciso di far ricorso, per un ulteriore rinforzo, anche al personale medico in formazione".

L'Aoup aggiunge poi che "Le condizioni climatiche di questi giorni hanno favorito un ulteriore aumento degli accessi da parte di anziani disidratati con patologie croniche respiratorie e cardio-vascolari, che queste temperature hanno riacutizzato".

"Le attese  - prosegue la nota dell'Aoup- sono e saranno probabimente all’ordine del giorno ma l’assistenza verrà garantita a tutti, con i tempi previsti dai protocolli di sicurezza legati al codice di priorità.

L'anzienda tira le somme: in una media di circa 300 accessi quotidiani, solo nei primi 5 mesi dell’anno (gennaio-maggio), al Pronto soccorso dell’Aoup si è registrata una media di 5,5 codici rossi al giorno. Negli ultimi giorni (28, 29 e 30 giugno) i codici rossi sono stati rispettivamente: 9, 8 e 7, quindi, in significativo aumento sulla media. Ieri poi, 1 luglio, il picco straordinario di 345 accessi in 24 ore, record mai raggiunto prima.



Tag

Le Sardine arrivano a Sorrento. Non sono molte, ma ci sono le prime tensioni

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cronaca

Attualità

Cronaca