QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 22°22° 
Domani 23°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 17 luglio 2019

Politica giovedì 09 agosto 2018 ore 15:27

"Sulle periferie trucchi per nascondere realtà"

Il deputato Pd Stefano Ceccanti

La replica del deputato pisano del Pd Stefano Ceccanti, assieme alle colleghe Ciampi e Cenni, alle polemiche sul'emendamento milleproroghe



PISA — "Il testo dell'emendamento al Milleproroghe che sottrae le risorse al piano periferie è un modello di come non si scrivono le leggi. Viene legittimamente il dubbio, anche a chi non è un complottista, che la tecnica redazionale oscura fosse in questo caso non il frutto di confusione, ma di un deliberato intento di nascondere la realtà. 

Ciò detto, al di là dei trucchi del governo, anche alla Camera, a settembre, i parlamentari della maggioranza e gli amministratori locali che fanno riferimento alla medesima vorranno difendere questa scelta? È una mossa scellerata quasi quanto quella sui vaccini, che crea pericoli per la salute e confusione a inizio anno scolastico. I parlamentari e gli amministratori di Pisa intendono perdere 43 milioni, senza colpo ferire, solo per la vicinanza politica a Salvini e Di Maio?". 

Così Stefano Ceccanti, Susanna Cenni e Lucia Ciampi, deputati pisani del Partito Democratico in riferimento al voto del Senato che di fatto blocca, anche per Pisa, i fondi destinati alla riqualificazione delle periferie, con un progetto che era stato destinato alla zona della stazione.

Al Senato c'è stato però, sul provvedimento che tanto sta facendo discutere, anche il voto favorevole del Pd. Cosa risponde a questo Stefano Ceccanti?

"E' stata alzata una cortina fumogena dove si poteva essere imbrogliati - dice a QuinewsPisa - E’ possibile che passino nel voto delle norme dannose di cui al momento non ci accorge, magari per trappole ordite dalla maggioranza e dal Governo".

"Il metodo è relativamente semplice. Prendi un decreto, soprattutto se eterogeneo. Il milleproroghe è - ha scritto Ceccanti sul suo blog - a questo punto di vista perfetto perché qualsiasi contenuto se lo leghi a una proroga non può essere attaccato a priori come eterogeneo: vale per il testo originario, ma anche per gli emendamenti parlamentari che lo possono gonfiare, anche del 50 per cento e più.".

E relativamente a quanto affermato stamani dal deputato della Lega  Edoardo Ziello ( vedi articolo correlato ) sulla sentenza della Corte Costituzionale che avrebbe tagliato i fondi, Ceccanti, che peraltro è docente ordinario di diritto pubblico, affida la risposta ad un post su facebook.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità