QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 10°13° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 19 novembre 2019

Attualità lunedì 09 maggio 2016 ore 09:51

Trasporto pubblico, "Saltano turni e corse"

La denuncia unitaria dei sindacati Cgil, Cisl, Uil e Faisa Cisal dell'azienda Ctt nord:"Penalizzati abbonati e viaggiatori"



PISA — "È consuetudine giornaliera ormai che, a causa della carenza cronicizzata di personale e di autobus, nonché per una inefficiente organizzazione dell’officina di Ospedaletto, saltano i turni di guida e conseguentemente le corse, causando disservizi notevoli nei confronti dell’utenza".

E' quanto denunciano con una lettera pubblica i quattro sindacati dell'azienda di trasporto pubblico che opera nell'intera provincia di Pisa, il Ctt nord.

"Assistiamo a soppressioni di corse o ritardi notevoli che non permettono una fidelizzazione del servizio, in quanto rendono il trasporto pubblico inaffidabile e inefficiente.

La punta maggiore di questo stato di cose si registra nelle giornate del lunedì e in quei giorni dopo i festivi", spiegano i sindacati.

"Gli operai dell’officina di Ospedaletto, già impotenti di fronte ad una carenza di pezzi di ricambio che non consente loro di affrontare, in maniera efficace e tempestiva, i numerosi guasti che avvengono quotidianamente ai mezzi della CTT Nord, guasti dovuti anche alla forte anzianità dei bus stessi, sono organizzati in maniera assolutamente inefficace per approntare il servizio.

Basti pensare che gli autobus che sono in servizio nei giorni festivi, se si guastano, non possono che essere riparati solo il giorno successivo alla festività.

Inoltre la dislocazione del servizio non consente una tempestiva riparazione dei guasti, in quanto, quando i mezzi sono in deposito, non è stato previsto nessun operaio che intervenga per aggiustarli e rimetterli in servizio per il giorno dopo.

La carenza di personale di guida, viene sopperita lasciando i turni scoperti e rifacendoli poi ricoprire con prestazioni in straordinario".

I sindacati tirano in ballo il Comune di Pisa che, se da una parte è una "Delle poche amministrazioni che paga tempestivamente le fatture emesse da Ctt nord, è anche il Comune dove i suoi cittadini sono più tartassati dai disservizi, con diverse corse urbane che saltano e autobus distolti dal servizio di città e impiegati sull'extraurbano"

Infine la considerazione dei sindacati sulla gara che ha visto primeggiare Autolinee Toscane per il servizio di trasporto pubblico locale nella regione:

"Era necessario suddividere il servizio di TPL effettuando due gare per servizio a domanda debole e servizio a domanda forte? Non sarebbe stato meglio effettuare il servizio di TPL in un unico servizio per bacino provinciale?

È evidente il disinteresse delle Amministrazioni Locali per il TPL e la prova, più evidente, è che i cittadini pisani pagano per un servizio che non è degno di tale nome".



Caso Cucchi, Gabrielli: «Chi ha offeso dovrebbe chiedere scusa»

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Cronaca

Attualità

Attualità