QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 17°18° 
Domani 16°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 15 ottobre 2019

Attualità sabato 08 giugno 2019 ore 12:40

Un Dae in ricordo di Carlo Giannotti

L'hanno donato i familiari del compianto dipendente dell'Azienda ospedaliero universitaria pisana, in collaborazione con la Cecchini Cuore onlus



PISA — Il centro di Pisa sempre più cardioprotetto: è stato collocato in Piazza Garibaldi un nuovo defibrillatore automatico esterno (Dae), donato dai familiari di Carlo Giannotti in collaborazione con l’associazione Cecchini Cuore onlus.

Carlo Giannotti è stato un ex dipendente dell’Azienda ospedaliero universitaria pisana che ha speso la vita all’insegna del volontariato, donando il suo tempo anche alla collaborazione con il dottor Cecchini e la sua Onlus.

Questa mattina è stato inaugurato ufficialmente il Dae numero 503, in piazza Garibaldi. Presenti all’inaugurazione, oltre a molti amici, parenti e colleghi di Giannotti, Michele Conti, Sindaco di Pisa, Gianna Gambaccini, assessora alle Politiche sociali, Maurizio Cecchini, presidente Cecchini Cuore onlus, Alessandro Gennai, presidente del Consiglio Comunale di Pisa.

“Desidero esprimere un grande ringraziamento alla moglie Liliana e a tutti i familiari del compianto Carlo Giannotti – ha dichiarato Conti - per questa importante donazione che permette di rendere cardioprotetta anche questa zona centrale della città. Un piccolo gesto che diventerà grande ogni volta in cui il defibrillatore sarà utile per aiutare delle persone in difficoltà, così come faceva Carlo durante il corso della sua vita”.

“Una giornata importante per Pisa – ha commentato Gambaccini – e un luogo non casuale per offrire ai cittadini pisani un altro defibrillatore: siamo nel cuore della città per ricordare una persona che è nel cuore di molti, lo testimoniano le tante persone intervenute a questa cerimonia. Io non ho avuto la fortuna di conoscere personalmente Carlo Giannotti ma dai racconti che ho avuto modo di ascoltare mi sono fatta un’idea: sono quelle persone che lavorano in silenzio ma lavorano bene e lasciano un grande ricordo non solo per la capacità professionali ma anche umane”.

“Pisa è una delle città più cardioprotette d’Italia – ha spiegato il dottor Maurizio Cecchini – con oltre 460 defibrillatori nel solo territorio comunale. Grazie all’installazione di questi apparecchi salvavita, abbiamo potuto salvare già molte persone colte da arresto cardiaco, grazie anche all’intervento di persone che si erano formate, attraverso i corsi che l’associazione Cecchini Cuore Onlus svolge su tutto il territorio. E’ importante installare gli apparecchi ma altrettanto importante è formare le persone per utilizzarli in maniera corretta: per questo motivo nei prossimi giorni faremo un corso per i commercianti di piazza Garibaldi così che possano farsi trovare pronti in caso di necessità".

A concludere la cerimonia è intervenuto, accanto alla vedova di Giannotti, il Presidente Gennai: “Non mi stupisce vedere tanta gente stamani qui per Carlo, un amico che ho conosciuto in sala operatoria e con il quale ho collaborato all’Azienda ospedaliera. Era una persona dal cuore d’oro che aiutava tutti, sempre disponibile anche oltre i propri compiti professionali. Una persona seria che purtroppo ci ha lasciato; sono felice del fatto che sarà ricordato ancora a lungo anche attraverso questo defibrillatore dedicato alla sua memoria”.



Tag

Siria, Conte: «Italia capofila sullo stop alle armi», poi perde la pazienza con il cronista: «Mi faccia rispondere»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Sport

Lavoro