QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 23°28° 
Domani 23°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 16 luglio 2019

Attualità mercoledì 03 dicembre 2014 ore 09:00

Rifiuti, approvato il piano dell'Ato Toscana Costa

Scelta del gestore unico dei territori di Pisa, Livorno, Lucca e Massa Carrara. De Girolamo, presidente Cispel: "Strategia di integrazione regionale"



PISA — Una buona notizia per il territorio pisano in tema di rifiuti.

E riguarda l’approvazione del piano straordinario e del relativo percorso per la scelta del gestore unico delle quattro province di Pisa, Livorno, Lucca e Massa-Carrara avvenuta nel corso dell’assemblea dell’Ato Costa.

La decisione – spiega Alfredo De Girolamo, Presidente Confservizi Cispel Toscana – è stata assunta con l’adesione della stragrande maggioranza dei Comuni, una scelta forte, quindi, che elimina ogni dubbio ed incertezza e apre la strada alla conclusione della gara, già avviata da tempo, per la scelta del partner industriale. Sarà possibile così costruire il soggetto industriale gestore del servizio per un’area metropolitana importante, e l’approvazione del piano industriale consente di basare il nuovo affidamento su un progetto serio e innovativo, con al centro raccolta differenziata e riciclaggio, recupero energetico, riduzione della discarica, qualità dei servizi e investimenti”.

Confservizi Cispel Toscana è l'associazione regionale delle imprese di servizio pubblico che operano nel territorio toscano e che gestiscono servizi a rilevanza economica come il servizio idrico, quello di igiene ambientale, il gas, il trasporto pubblico su gomma e altri servizi come le farmacie comunali, l'edilizia pubblica, la cultura, gli istituti di assistenza alla persona, le aziende sanitarie e ospedaliere.

“In poco tempo i tre gestori di ambito saranno tutti operativi, e sarà così possibile definire ulteriori strategie di integrazione regionale – riprende De Girolamo –. Resta da definire l'assetto impiantistico dell'area ancora oggetto di troppe incertezze, ma la decisione presa in assemblea consente di guardare con fiducia alla soluzione condivisa anche di questo problema”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Politica