QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 16°24° 
Domani 15°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 23 ottobre 2019

Attualità domenica 10 febbraio 2019 ore 15:14

La situazione del cimitero di Pontasserchio

E' definita "Critica" in una nota dalla presidente regionale della Federazione comparto funerario italiano (Federcofit), che rappresenta le imprese del settore



SAN GIULIANO TERME — Pieno appoggio al programma di riqualificazione e rinnovamento gestionale dei cimiteri sangiulianesi proposto dall'associazione Cittadini per San Giuliano Terme e dalla candidata sindaco Elisabetta Mazzarri, ripreso nei giorni scorsi dalla stampa locale, arriva dalla Federazione comparto funerario italiano (Federcofit), la principale rappresentanza delle aziende del settore funebre.

Sostegno espresso dalla presidente di Federcofit Toscana, Katia Catassi. “Sento il dovere di intervenire – afferma Catassi – perché conosco la situazione di San Giuliano e perché è una questione già affrontata in passato dalla Federazione su richiesta delle imprese funebri del territorio, una situazione critica in cui accertammo l'assenza di camera mortuaria, requisito che la legge annovera tra quelli obbligatori per i Comuni”.

L'amministrazione sangiulianese, spiega Catassi, riconobbe la mancanza e predispose una camera mortuaria proprio all’interno del cimitero di Pontasserchio, “Impartendo però alle imprese condizioni di utilizzo incompatibili con una corretta gestione cimiteriale”. “Oggi – prosegue la presidente – la situazione è divenuta intollerabile; come si vede dalle immagini diffuse dalla candidata Mazzarri: la camera mortuaria oggi è un rimessaggio dove sono alloggiati senza riguardo sia attrezzi agricoli che resti ossei”.

Critica la situazione del cimitero nel suo complesso, prosegue Catassi: “Pavimenti sono coperti di escrementi e, cosa davvero vergognosa, bandierine colorate per scacciare i piccioni dispiegate davanti ai loculi dei nostri defunti, situazioni che i cittadini conoscono e che chiunque può verificare”.



Tag

Permessi di soggiorno per i migranti, l'escamotage dell'orientamento sessuale

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Lavoro