QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 13°18° 
Domani 13°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 18 ottobre 2019

Cronaca venerdì 15 maggio 2015 ore 12:23

Spaccia eroina, arrestato e rilasciato

Le telecamere poste tra via Vespucci e via Colombo lo hanno ripreso mentre nascondeva degli ovuli in un vaso



PISA — Gli agenti in borghese della  municipale lo hanno notato avvicinarsi ad un grosso vaso di fiori posto all’incrocio tra via Colombo e via Vespucci, e depositarvi all’interno un involucro di carta contenente 7 dosi di eroina confezionate singolarmente.

Protagonista della vicenda Dhari Fethi, un uomo di nazionalità tunisina 29 anni, pregiudicato, clandestino e senza fissa dimora. 

Le telecamere di sorveglianza hanno ripreso il soggetto durante tutto il percorso, iniziato dai tavolini del bar di Galleria Gramsci Est, dove, seduto, riceveva gli ordini per telefono, e terminato in via Colombo angolo Vespucci, dove effettuava la consegna dello stupefacente pagato, ovviamente, in anticipo.

La municipale ha deciso di non fermarlo subito, ma di monitorare il sito ed il soggetto. E infatti il giorno successivo, alla stessa ora, gli agenti sequestrato altre dieci dosi di eroina nascoste nello stesso vaso. Scatta così il fermo dell’uomo rintracciato dal Pronto Intervento nelle immediate vicinanze, davanti alla Snai di viale Gramsci. 

Perquisito, è stato trovato in possesso di un telefono cellulare rubato pochi giorni prima ad una ragazza, di nazionalità belga, mentre lavorava ad un banco del mercato europeo in piazza Vittorio Emanuele II. 

Nella memoria dell’apparecchio sono state rinvenute immagini inneggianti alla Jihad ed altre (alcuni selfie) che lo ritraggono in piazza della Stazione. 

La legge in vigore non prevede misura cautelare per un soggetto dedito allo spaccio di eroina ed alla ricettazione, clandestino, pregiudicato e senza fissa dimora, e così il Pubblico Ministero di turno non ha potuto che ordinarne l’immediata liberazione. 

Secondo quanto riportato dalla polizia municipale, Dhahri proviene da Taranto, dove, dopo un periodo di residenza, è stato dichiarato irreperibile. Ora vive e dorme a Livorno, senza fissa dimora, ed ogni mattina, in treno, raggiunge Pisa dove svolge l’attività criminosa per la quale è stato arrestato. 

La vera novità, e nota positiva della vicenda, è l’utilizzo del sistema di video sorveglianza del Comune, nella fase repressiva del fenomeno dello spaccio in zona Stazione Per la prima volta la Polizia Municipale ha organizzato e portato a termine con successo una operazione di contrasto allo smercio di stupefacenti in un punto nevralgico ed importante, quale la Stazione, avvalendosi della tecnologia e della professionalità degli operatori della Centrale Operativa del Comando, in piena aderenza alle linee guida contenute nel vigente ed appena rinnovato Patto per Pisa sicura (Patto per la sicurezza urbana).



Tag

Assenteisti a Catania: il badge timbrato da ragazzini ripresi in video, 48 indagati

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità