QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 21° 
Domani 25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 26 settembre 2018

Sport martedì 29 novembre 2016 ore 23:30

Il Toro furioso incorna il Pisa

Allo stadio olimpico di Torino il match si decide ai supplementari. I Granata calano il poker con Ljajic, Maxi Lopez, Boyé e Belotti



TORINO — Coppa Italia, stadio olimpico di Torino, i Nerazzurri con mille tifosi a seguito e la sfida delle sfide, quella, dopo tanto tempo, contro una squadra di serie A. Certo, i pronostici non erano a favore del Pisa ma la voglia di poter assaporare una simile vittoria, vista un po' come una sorta di riscatto, era molta così come quella di andare a Milano.

In caso di vittoria il Pisa avrebbe infatti passato il turno per gli ottavi di finale incontrando il Milan, la squadra del cuore di mister Gattuso.

Fischio d'inizio ore 21. I giocatori del Torino sono scesi in campo con il lutto al braccio ed è stato osservato un minuto di silenzio per il disastro aereo avvenuto in Colombia, in cui sono morte 75 persone fra cui i giocatori del Chapecoense, squadra brasiliana.

Durante il primo tempo il Pisa ha sfoderato la sua difesa, la migliore della serie B, e risposto con grinta all'attacco del Toro, che ha avuto dalla sua diverse buone occasioni.

La differenza di categoria tra le due squadre non si fa sentire più di tanto e il primo tempo termina 0-0.

Al 47esimo Avogadri a terra e cambio forzato: entra Lisuzzo. Dieci minuti più tardi anche Birindelli si infortuna e al suo posto entra Peralta.

Intanto il Torino si fa pericoloso e un Pisa che accusa stanchezza rischia di concedere qualcosa di troppo. La squadra tuttavia non perde in termini di organizzazione e al 70esimo i nerazzurri vanno vicinissimi al vantaggio con Lisuzzo.

Poi va a terra anche Lazzari e qui il gioco si fa duro perché si gioca in disparità numerica: il Pisa non ha più cambi a disposizione e dal 75esimo gioca in 10.

Forte della superiorità numerica il Torino torna all'attacco prima con Gustafson, poi con Maxi Lopez. Brividi anche all'89esimo con un tiro di punizione di Ljajic, Ma la situazione non si sblocca fino ai supplementari, quando un Torino determinato riesce a passare in vantaggio con Ljajic (3'pts), a raddoppiare con Maxi Lopez (5'sts) e a calare il tris con Boyé (8'sts). Il 4-0 lo firma invece Belotti (12'sts).

Il Pisa torna a casa sconfitto dopo una partita lunga e densa di azioni, ma le cui sorti si sono svelate solo nell'ultima mezz'ora di gioco, complici la stanchezza e non meno l'inferiorità numerica dei nerazzurri.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Politica

Politica