comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 19°28° 
Domani 20°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 15 luglio 2020
corriere tv
Autostrade, la famiglia Benetton accetta le condizioni del governo

Attualità sabato 25 febbraio 2017 ore 18:35

Cosa succede quando muore un compagno di classe

I dottori Sergio Ardis, Moreno Marcucci e l'infermiera scrittrice Maria Caruso hanno scritto un libro sulla gestione del lutto tra le mura scolastiche



PONTEDERA — Si intitola Insegnanti smarriti e parla della delicata e complessa gestione del lutto a scuola, in classe. 

L'opera è stata scritta da due medici ed un’infermiera dell’Usl Toscana nord ovest, ovvero Sergio Ardis, Moreno Marcucci e Maria Caruso che per Qui News cura il blog Parole Milonguere.

Ardis e Marcucci lavorano nell'ospedale di Lucca mentre Caruso, residente a Pontedera, lavora a Educazione alla salute nel dipartimento di prevenzione di Pisa.

Il libro verrà presentato in anteprima in un convegno in Basilicata, a Potenza, il 10 marzo. Poi sarà presentato anche a Pisa e Volterra. 

L'opera parla appunto del trauma del banco vuoto. Il genere è medicina narrativa, ed è divisa in tre parti. La prima è scritta in prima persona (da Caruso). Una ragazza di nome Claudia parla della sua morte e vede come la vivono i propri compagni di classe. Nella seconda parte, più scientifica, i dottori parlano di come si affronta la gestione del lutto. Nella terza parte ci sono delle lettere che i compagni di classe hanno inviato all'amica scomparsa.

La morte di uno studente è sempre uno shock che investe le persone a vari livelli. Il lavoro sul campo di Ardis, Marcucci e Caruso è quello di agire sui professori, guidarli, insegnargli tecniche che poi i docenti adoperano in classe, a contatto con i giovani.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cultura