QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 22°36° 
Domani 18°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 29 agosto 2016

Attualità mercoledì 17 settembre 2014 ore 18:30

Verso la nuova Provincia, le tappe della riforma

Domani gli enti locali coinvolti si incontrano per capirne di più

PISA — Sono molte le cose ancora poco chiare. Alcune le chiariranno domani il presidente uscente della Provincia di Pisa Andrea Pieroni e i sindaci di Anci e Upi Toscana, le associazioni che rappresentano gli enti locali coinvolti. 

Comuni e la Provincia di Pisa a ottobre avranno un nuovo consiglio provinciale e un nuovo presidente. Giovedì 18 settembre, alle 9, la stessa sala consiliare della Provincia (piazza Vittorio Emanuele, 14) ospita un incontro per affrontare le molteplici scadenze previste dalla legge Delrio

I sindaci del territorio affronteranno gli aspetti attuativi più problematici della riforma che prevede che la Provincia cambi la sua natura, con i Comuni chiamati il 12 ottobre prossimo, mediante i propri eletti, sindaci e consiglieri, a eleggere appunto il nuovo consiglio e il presidente.

“Si inizia così a scrivere una nuova pagina nel percorso di ridisegno delle istituzioni locali della Repubblica, percorso che, comunque, si completerà una volta giunta a compimento la riforma costituzionale che interesserà anche il Titolo V”, spiega il presidente della Provincia, Andrea Pieroni

“Il protocollo d’Intesa del 18 giugno scorso - continua -, siglato tra Anci e Upi a livello nazionale, con il quale si assume l’impegno di garantire la massima integrazione tra Comuni e Province nel processo in corso, auspica una piena collaborazione anche a livello territoriale mediante le rispettive articolazioni associative regionali. Anci Toscana e Upi Toscana hanno per la verità già da tempo avviato questo percorso collaborativo del quale anche questa iniziativa fa parte”.
“Riteniamo utile un momento di approfondimento e confronto istituzionale anche alla luce di un dibattito pubblico che, sul tema, è stato quantomeno lacunoso e confuso”, conclude Pieroni. “E’ importante capire meglio quale possa essere il profilo della Provincia, tenuto conto del fatto che gli effetti della riforma costituzionale si avranno tra un po’ di tempo, anche al fine di far si che l’ente continui ad operare nell’interesse delle comunità e dei territori senza penalizzazioni rispetto ai servizi prestati ed agli investimenti programmati”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Cronaca

Cronaca