QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 17° 
Domani 11°18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 21 maggio 2019

Cronaca venerdì 28 febbraio 2014 ore 17:51

Bobbio: "Il sistema universitario toscano diventi modello nazionale"

Prima uscita ufficiale del nuovo assessore regionale a Pisa, città della sua formazione



PISA — "Sono grato a Pisa per aver contribuito alla mia formazione". La prima uscita ufficiale del nuovo assessore regionale con delega all'Università e alla Ricerca Emmanuele Bobbio, è stata questa mattina, quando ha inaugurato la giornata di studio sulla valutazione della ricerca.
Una prima uscita pisana quella del nuovo assessore, ex studente della Scuola Superiore Sant'Anna, che presentandosi alle autorità universitarie toscane ha tenuto a sottolineare l'importanza di "fare dell'eccellenza il tratto distintivo della Regione".
“Sono qui - ha detto - a parlare di ricerca insieme ai massimi esponenti del sistema universitario toscano, che ha tutte le caratteristiche per diventare un modello di riferimento a livello nazionale per la sua capacità di formare talenti, creare innovazione e interagire con il territorio, anche ai fini del suo sviluppo economico”.
Ad accogliere Bobbio c'erano i rettori dei tre atenei generalisti della Toscana Massimo Augello, Angelo Riccaboni e Alberto Tesi. All’incontro hanno partecipato il presidente dell’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca Stefano Fantoni e il membro del Consiglio direttivo dell’Anvur e docente dell’Ateneo pisano Andrea Bonaccorsi.
“Questa Giornata di studio – ha detto Augello – fa parte di un ciclo che proseguirà a marzo a Siena, dove discuteremo di trasferimento tecnologico e subito dopo a Firenze, dove rifletteremo sul rapporto tra università e sistema sanitario. Con queste iniziative, vogliamo da un lato porre un’attenzione forte sulla ricerca, come fattore decisivo per il rilancio economico della nostra regione e dell’intero Paese; dall’altro, valorizzare le potenzialità del sistema universitario toscano, che è stabilmente ai primi due o tre posti in Italia e che si dimostra altamente competitivo rispetto alle aree più dinamiche del panorama accademico internazionale”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Spettacoli