QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 20°24° 
Domani 18°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 20 settembre 2019

Cronaca sabato 22 febbraio 2014 ore 11:00

Cisl e Uil trasporti: "Sentiamo arrivare la crisi e non sappiamo cosa fare"

I sindacati denunciano: "Con la Sat non c'è trattativa". Preoccupazione per l'aeroporto Galilei: dal primo marzo non c'è più AirFrance



PISA — "Il 28 e poi il 30 gennaio abbiamo chiesto un incontro a Sat. Siamo stati ricevuti il 20 febbraio: non sanno niente della Holding e non sanno neppure quanti dipendenti hanno in questo momento. Però di possibili soluzioni per gli aeroporti di Pisa e Firenze andranno, oggi, a parlare alle associazioni. Bene, magari le associazioni lo diranno a noi". È una grave denuncia quella che fanno Fit Cisl e Uil trasporti.

"Non c'è trattativa sindacale, non ci sono rapporti sindacali", precisano. Mentre annunciano l'ufficialità: AirFrance, dal primo marzo, lascia Pisa e concentra tutti i voli su Firenze.

Non è una questione di campanile, questo è chiaro, anche se la Toscana sembra tornata indietro nel tempo.

È, invece, l'odore di una crisi che potrebbe essere fermata. "È un altro scippo di Firenze - spiega Fit Cisl -. I due voli al giorno che AirFrance ha ancora su Pisa servono alle tratte a lunga percorrenza, portando a Pisa voli internazionali da 75mila utenti l'anno. Sappiamo che anche la Turkish sta trattando con altri scali. Ma l'azienda è ancora in attivo e si è creata intorno un indotto fatto di ostelli, noleggi, trasporti che rischia di crollare. Anche perché, a Pisa atterrano solo low cost: chi spende 20 euro per il biglietto e 6 per un panino?"

Secondo i dipendenti, infatti, basta guardarsi intorno per capire che il Galilei sta diventando sempre di più uno scalo stagionale e low cost.

"Vediamo arrivare la crisi e non sappiamo come gestirla - è il grido dei sindacati - perché il gestore non collabora. L'unico vantaggio di Pisa, per ora, è quello di avere una pista più lunga. ma con il progetto di allungare Firenze, anche questa carta non potrà più essere giocata". 



Tag

«Rilanciamo il turismo con le donne in vetrina», la proposta del consigliere regionale leghista toscano che indigna

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità