QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 10°14° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 20 marzo 2019

Cronaca giovedì 05 giugno 2014 ore 19:40

​Educambiente, le cicogne salutano 19 anni di progetto

Voluto dal comune di Cascina per spiegare ai ragazzi il rispetto dell'ambiente, attraverso dei percorsi creativi



CASCINA — Al teatro Politeama si è conclusa la 19esima edizione di Educambiente con una lezione dedicata alle cicogne. Enrico Zarri del centro Padule di Fucecchio ha mostrato tante foto e ha parlato della cicogna, animale simbolo della nascita, davanti ai bambini della scuola elementare Santa Lucia. 

Zarri ha poi spiegato brevemente il lavoro che c'è dietro a chi studia le cicogne: "Dal 2007 facciamo monitoraggio assieme al comune e i nidi in toscana sono tutti sulla piana pisana o su quella pistoiese e fiorentina, con l'unica eccezione di Bolgheri. Da quest'anno abbiamo la novità di un nido a Cascina e di solito i nidi si trovano in ambienti coltivati e zone umide. In Italia la cicogna era scomparsa ai tempi del rinascimento, ma ormai è un animale protetto da tanti anni e grazie anche a progetti come questo spieghiamo ai ragazzi come vivono. Molte delle cicogne della zona vengono dal centro Caracox di massa Marittima, dove per 3 anni sono rimasti in voliera e una volta liberi la migrazione è stata breve. I più giovani tendono istintivamente alla migrazione". Zarri, durante la lezione, ha voluto ringraziare pubblicamente Maurizio Forti autore delle foto alle cicogne e purtroppo scomparso il dicembre scorso: "Maurizio aveva la passione della fotografia e lavorava all'università di Pisa, è stato il primo a seguire questo progetto e a scattare le foto assieme a Franco Marmugi".

Sabina Testi, responsabile del servizio ambiente al comune di Cascina ha invece spiegato a grandi linee gli obiettivi di Educambiente: "Questa edizione ha visto la partecipazione di ben dodici associazioni. La regione purtroppo non ha garantito un finanziamento all'iniziativa e l'abbiamo portata avanti da soli. Crediamo fortemente che l'educazione e il rispetto all'ambiente parta proprio dall'insegnamento ai bambini. Abbiamo affrontato il tema del riciclo e l'uso dei rifiuti. Le 150 classi che hanno partecipato al progetto hanno svolto dei lavori con materiale riciclato. Questi lavori sono stati esposti in questi giorni al Politeama e sono stati votati dagli insegnanti, dai bambini e dalle associazioni che hanno visitato la mostra".

È stato scelto come vincitore la riproduzione di Tuttomondo di Keith Haring, il capolavoro dell'artista newyorkese che si affaccia in piazza Sant'Antonio a Pisa, rivisto con materiale in plastica totalmente riciclato, dai ragazzi della scuola di Santa Lucia, presenti proprio alla lezione odierna. Un bel contributo lo ha dato la Onlus grande Giò che ha donato un assegno di 500 euro per il progetto. L'associazione collabora da tempo con le scuole e con i gruppi sportivi anche per i corsi Dae, che insegnano l'utilizzo del defibrillatore assieme alla Cecchini cuore.

Infine Giorgio Catelani, vice sindaco e assessore con delega alle politiche ambientali del comune di Cascina, ribadisce l'impegno dell'amministrazione:" Pensiamo che fin da piccoli i ragazzi devono avere le basi per poter rispettare l'ambiente e per questo organizziamo percorsi didattici e di educazione ambientale. Il nostro comune ha introdotto la raccolta porta a porta nel 2013; la raccolta differenziata è passata dal 41 per cento del 2012 all'81 per cento di aprile 2014. Segno che le buone pratiche possono risolvere il problema. I bambini in questo senso sono i migliori recettori e dopo 19 anni di esperienza vorremo continuare questo progetto, malgrado non riceviamo da anni nessun contributo dalla regione e si va avanti grazie alle associazioni che aiutano il comune".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Politica