QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 20°21° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 19 agosto 2019

Attualità lunedì 26 gennaio 2015 ore 17:30

Erasmus, 50mila firme per il voto dall'estero

Il responsabile del Pd toscano Antonio Mazzeo tra i firmatari: "E' una battaglia di diritti e di civiltà che dobbiamo sostenere con forza"



PISA — L'Erasmus Student Network ha lanciato una raccolta firme per permettere ai cittadini italiani che si trovano temporaneamente in un paese straniero nell’ambito di un programma di mobilità internazionale come l'Erasmus appunto, di votare dal paese che li ospita in occasione delle elezioni politiche. Il responsabile del Pd toscano Antonio Mazzeo informa: "Ho firmato l'appello".

Secondo la normativa vigente infatti, per votare i ragazzi dovrebbero rimpatriare.

"Questa situazione discrimina gli studenti Erasmus rispetto a coloro che invece, sempre cittadini italiani, risiedono all’estero e a differenza dei primi possono, secondo la legge italiana, votare presso le sedi diplomatiche - si legge sulla home page del sito di Esn Italia - Attraverso questa iniziativa, che gode del supporto degli enti locali e delle Università, ci proponiamo di raccogliere le 50.000 firme necessarie per poter presentare una proposta di legge ad iniziativa popolare".

"Ho firmato l'appello lanciato dagli studenti dell'Erasmus Student Network che chiedono di poter votare all'estero e invito tutti a farlo - ha dichiarato il responsabile del Pd Toscana Antonio Mazzeo dopo aver incontrato Angelo Campione, presidente della sezione pisana di Esn - E' una battaglia di diritti e di civiltà che dobbiamo sostenere con forza. Non possiamo negare, a giovani che si recano all'estero per un percorso di crescita personale e professionale, la possibilità di esercitare un loro diritto".

"Chi non è residente da almeno 13 mesi all'estero - ha spiegato Mazzeo - deve tornare a proprie spese nella sua città per poter votare e questo rende spesso impossibile per molti giovani poter esercitare il loro diritto. Per questo sostengo con forza la proposta di legge di iniziativa popolare presentata da Esn e sarebbe un bellissimo segnale se una modifica in tal senso potesse essere inserita anche nella nuova legge elettorale che il parlamento si appresta ad approvare".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Cronaca

Cronaca