QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 11°14° 
Domani 14°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 21 maggio 2019

Attualità martedì 13 gennaio 2015 ore 19:00

Sant'Anna, ecco le nuove edizioni di 5 master

Innovazione, risorse ambientali, diritti umani e gestione dei conflitti, ecografia clinica e cardiochirurgia. Sono sostenuti da borse di studio



PISA — Internazionali, con primarie aziende, con i costi di iscrizione coperti per intero da borse di studio e, soprattutto, con un tasso di occupazione che, già dopo sei mesi dal conseguimento del titolo, è particolarmente elevato, toccando una punta del 90 per cento per il master in management dell’innovazione e ingegneria dei servizi.

Sono alcune caratteristiche dei cinque master universitari della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, su un totale di dieci, le cui nuove edizioni sono state inaugurate questa mattina durante la cerimonia congiunta a cui hanno partecipato il rettore Pierdomenico Perata, il delegato all’Alta formazione Andrea de Guttry, il neuroscienziato Stefano Cappa, responsabile della Classe accademica di scienze biomediche e coordinatore dell’attività didattica post lauream dello Iuss (Istituto Universitario Studi Superiori) di Pavia, che si è appena federato con la Scuola Superiore Sant’Anna.

A Stefano Cappa è stato affidato l’intervento centrale, dedicato all’interdisciplinarietà nel campo delle neuroscienze. A sottolineare il legame con le aziende partner rappresentanti di Acque, Geofor, Gruppo Loccioni, Ibm, Telecom Italia.

I cinque master saranno frequentati da allievi a cui sarà affidato il compito di guidare e di indirizzare l’innovazione delle aziende; che gestiranno in maniera efficiente e sostenibile le risorse ambientali; che medieranno i conflitti e che garantiranno il rispetto dei diritti umani; che si specializzeranno – già laureati in medicina – in chirurgia cardiaca e in diagnostica ecografica.

L’offerta didattica fa riferimento agli Istituti di Management, Dirpolis (Diritto, Politica, Sviluppo) e Scienze della Vita, presentando una forte qualità didattica garantita dai docenti, della Scuola Superiore Sant’Anna e di prestigiose istituzioni italiane e internazionali, e soprattutto la consolidata collaborazione con enti, aziende, istituzioni che contribuiscono a mantenere alto e qualificato il livello di placement. Caratteristica, quest'ultima, che rende appetibili i Master della Scuola Superiore Sant’Anna, poiché spesso gli allievi arrivati in un’azienda o in un’istituzione per frequentare un tirocinio formativo o uno stage, alla loro conclusione, vengono assunti.

Tutti i master universitari della Scuola Superiore Sant’Anna sono seguiti da circa 200 allievi (circa 40 gli stranieri) che hanno superato le procedure di selezione, perché non basta “presentare domanda” per essere ammessi. Nel complesso, l’offerta formativa dei Master universitari è caratterizzata da una forte percentuale di allievi non italiani, che sfiora il 30 per cento. Si tratta di una percentuale particolarmente elevata nel settore dell’alta formazione, poiché i master universitari, di norma, vedono la partecipazione soprattutto di studenti italiani.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Sport

Attualità

Cronaca