QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 19°22° 
Domani 21°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 17 settembre 2019

Cronaca lunedì 02 ottobre 2017 ore 08:55

La cultura pisana in lutto

Una grave malattia si è portata via Alba Maria Macripò. Aveva 64 anni e dirigeva i musei statali del San Matteo e di Palazzo Reale



PISA — Laureata il Lettere e specializzatasi in archeologia, Alba Maria Macripò ha dedicato la sua vita al recupero, al restauro e alla valorizzazione dei beni culturali.

La notizia della sua scomparsa, avvenuta a seugito di una grave malattia, ha suscitato cordoglio e commozione non soltanto a Pisa, dove era arrivata per dirigere i musei di Palazzo Reale e del San Matteo e dove ha anche seguito, facendo parte della commissione scientifica, il restauro del murale Tuttomondo di Keith Haring.

“Ho appreso con dolore - ha commentato il sindaco di Pisa Marco Filippeschi - della prematura scomparsa della professoressa Alba Maria Macripò, direttrice dei musei di Palazzo Reale e San Matteo. Alba Maria Macripò ha rappresentato per la comunità pisana e per la vita culturale della nostra città un importante riferimento: si è sempre occupata con competenza, grande professionalità e passione del nostro patrimonio artistico verso il quale ha dimostrato sempre attenzione e profonda sensibilità".

"Potrei citare moltissimi esempi che dimostrano quanto il suo ruolo e il suo impegno siano stati fondamentali per Pisa - ha aggiunto il primo cittadino -: penso alle celebrazione del 150mo dall'Unità d'Italia, al murale Tuttomondo di Haring, per il quale ha fatto parte del comitato scientifico per lo studio e restauro, alla Chiesa della Spina e ricordo i sopralluoghi fatti insieme per il restauro della meravigliosa Sala delle Baleari di Palazzo Gambacorti che è tornata splendere anche grazie al suo impegno. Esprimo, anche a nome dell'intera città, tutto il mio cordoglio, unendomi con affetto al dolore della famiglia, degli amici e dei colleghi del Ministero dei beni culturali”.

"Una perdita importante - ha commentato il deputato pisano del Pd, Federico Gelli - per la città di Pisa e per il mondo della cultura. Alba Macripò era una professionista seria e discreta, attenta e appassionata. Il suo impegno nel campo dei musei pisani e della loro gestione e organizzazione sarà difficilmente imitabile, così come la sua attenzione verso i beni storici, artistici, monumentali e ambientali. La sua prematura scomparsa ci rattrista molto. Il nostro impegno, a livello locale e nazionale, dovrà garantire la continuità al buon lavoro svolto dalla dottoressa Macripò. Un pensiero e le più sentite condoglianze alla famiglia e alle persone care”.

L'amico Francesco Tagliente, ex prefetto di Pisa, l'ha voluta ricordare, scrivendo da Roma al Tirreno:  "La scomparsa della professoressa Macripò lascia un profondo vuoto anche nelle persone che hanno avuto occasione di condividere con lei impegni istituzionali. Esprimo tutto il mio cordoglio, unendomi al dolore della famiglia e di tutte le persone care. La direttrice Macripò mancherà alla comunità non solo pisana e a tutti coloro che nel corso degli anni hanno potuto apprezzarne l'elevata professionalità e le spiccate doti umane e di attenzione verso il patrimonio storico, artistico-monumentale e ambientale".



Tag

Lione, raccolti 109 monopattini dal fiume

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Politica