QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 18° 
Domani 13°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 23 ottobre 2017

Politica lunedì 09 ottobre 2017 ore 09:49

Lega e PisanelCuore chiedono primarie centrodestra

Si alza il tono dello scontro tra le varie anime del centro destra pisano. Lega, Pisa nel Cuore, Idea ed Energie per l'Italia chiedono le primarie

PISA — Il Segretario Comunale Edoardo Ziello della Lega e il Capogruppo Raffaele Latrofa di Pisa nel Cuore ( lista civica nata in seno al consiglio comunale pisano ) escono allo scoperto: "Riteniamo che anche a Pisa sia giunto il momento di mandare a casa il PD. Le condizioni ci sono tutte; l'unico errore da non compiere è quello di perdere tempo con i riti della vecchia politica", hanno detto i due all'unisono.

Latrofa nello specifico ha aggiunto: "Noi da tanto stiamo girando tutti i quartieri e abbiamo elaborato un programma elettorale che presto presenteremo alla città, pronti a integrarlo e migliorarlo con le indicazioni delle altre forze politiche e dei cittadini. Auspichiamo da sempre un'unione di tutti i partiti e liste civiche del centrodestra, ma non siamo disponibili a farci distrarre da meccanismi complicati che in passato hanno sempre portato alla sconfitta. 

Nei pochi incontri tenutisi finora non è emerso nessun nome per una candidatura condivisa. In realtà a oggi non è stato neppure avviato un percorso, pertanto siamo sempre più propensi a competere in primarie sequenziali, con un regolamento condiviso, nell'arco di poche settimane, in modo che il candidato sindaco del centrodestra stavolta lo scelgano i cittadini".

Chiaro il riferimento a Forza Italia, che, assieme ad altre forze politiche del centro destra, al momento ha fatto capire che non vuole primarie per la scelta del candidato a sindaco.

Anche Roberto Ferraro, Coordinatore Provinciale di IDeA Popolo e Libertà (partito fondato dal senatore Gaetano Quagliariello), si schiera invece a favore di questo strumento: “Non sta emergendo un candidato condiviso. L’unica via percorribile è quindi quella delle primarie, come ho già avuto modo di affermare nelle varie riunioni politiche che si sono tenute nei mesi scorsi. E dico di più: eventuali nomine calate dall’alto, oltre che essere umilianti per la comunità di centrodestra pisana, sono inaccettabili. Ricordo che, con questo metodo, il centrodestra pisano da decenni non ha un proprio rappresentante né alla Camera né al Senato, e neppure in Regione.”

"La Lega, forte dei risultati delle scorse elezioni regionali, che l'hanno vista arrivare al 18%, soltanto nella città di Pisa e delle stime degli ultimi sondaggi al livello nazionale avrebbe potuto imporre, unilateralmente, un proprio candidato a sindaco, come facevano il Popolo delle Libertà e Forza Italia, fino a pochi anni fa, ma sarebbe stato un atteggiamento perdente e disgregante", ha spiegato il segretario comunale della Lega Edoardo Ziello.

"Il nostro partito che si fonda su meccanismi di democrazia diretta, come congressi e primarie, perché da noi non esistono i Segretari Provinciali o Comunali nominati da Firenze, è pronto a percorrere la strada delle elezioni primarie perché non abbiamo paura di passare da un'investitura popolare.

Il candidato a sindaco che riuscirà a trionfare nelle elezioni primarie avrà quella forte legittimazione politica che gli permetterà di rappresentare tutto il popolo pisano che si pone in alternativa al mal governo del PD e all'incapacità amministrativa del M5S.

Invitiamo Forza Italia a seguire la linea del proprio movimento giovanile che appoggia - apertamente - le primarie di coalizione, proponendo la propria Coordinatrice Provinciale, Raffaella Bonsangue, come candidato, in modo tale da alzare la competizione e far vedere ai cittadini pisani che il Centrodestra non solo non ha paura di passare dal voto popolare ma che sa schierare candidati autorevoli", conclude il Segretario Comunale, Edoardo Ziello.

In accordo con la linea della primarie anche il movimento “Energie per l’Italia” di Stefano Parisi che ha visto la nascita a Pisa sotto la guida di Tiziana Duè Pappalardo.

"Con la costituzione dei primi tre circoli della Provincia si dà inizio all'iniziativa politica del Movimento", è stato detto

"Il movimento di Stefano Parisi pone al primo posto la necessità di aprirsi a tutte le categorie e associazioni presenti sul territorio, nonché ad esperienze civiche di rappresentanza nei vari Consigli.

Infatti aderiscono, fin da subito, il Movimento “ Pensare Pisa “ e la lista Civica Impegno Civico del Comprensorio Valdera nonchè l' Assessore del Comune di Santa Maria a Monte Maurizio Lucchesi e il Consigliere Comunale di Buti, Paolo Bandecca.

Il Movimento si pone su di una piattaforma liberale e popolare alternativa al sistema di potere PD e al cerchio magico del Segretario Renzi;

intende lavorare con tutte le altre forze politiche del Centro-destra affinchè si creino le condizioni per un grande cambiamento del Comune di Pisa e per una riconferma dell' esperienza, largamente positiva, del comune di Santa Maria a Monte.

Conferma che il metodo più limpido e partecipativo per la scelta del candidato Sindaco di Pisa, rimane quello delle primarie di coalizione che dovranno chiamare tutti i cittadini, che si riconoscano nel centro-destra, ad una grande scelta di democrazia".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Cronaca

Cronaca