QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 12° 
Domani 11°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 27 gennaio 2020

Attualità giovedì 12 dicembre 2019 ore 18:15

Bilancio preventivo, "Nessun aumento di tasse"

Conti: "Nessun aumento di tasse e tariffe". Previsti 44 milioni per lavori pubblici e risorse nelle politiche sociali per 6 milioni



PISA — Il bilancio di previsione 2020-2022 approderà in Consiglio comunale per la discussione il 19 dicembre. Lo rende noto l'amministrazione.

"Nessun aumento di tasse o tariffe anche per il 2020 è la principale misura inserita nel documento di programmazione - si legge nella nota del Comune- mentre sono previsti investimenti per lavori pubblici di circa 44 milioni di euro e risorse nelle politiche sociali per circa 6 milioni di euro, di cui oltre 3 milioni per servizi finalizzati alle esclusioni sociali, famiglie, disabilità e anziani realizzati direttamente dal Comune e dalla Società della Salute".

"Anche quest’anno abbiamo rispettato l’impegno di approvare entro il 31 dicembre il bilancio preventivo - ha detto il sindaco di Pisa Michele Conti -. I Comuni virtuosi rispettano questa scadenza, nonostante sia prevista la proroga a marzo 2020. Anche per il prossimo anno abbiamo deciso di mantenere invariate le aliquote Imu, Tari, Tasi, Cosap e Irpef, introducendo alcune novità sul fronte delle riduzioni, così come abbiamo inserito la formula del baratto amministrativo per utenze domestiche della Tari".

"Per quanto riguarda le voci di spesa - aggiunge il sindaco- il bilancio prevede partite importanti, in particolare sui lavori pubblici".

Le principali voci di spesa:

Lavori pubblici: tra le priorità definite per il 2020 ci sono il completamento di piazza della Stazione - Vittorio Emanuele II - viale Gramsci (2,2 mln Euro); manutenzioni straordinarie sulle scuole comunali (2,750 mln Euro); restauro facciata e copertura Palazzo Pretorio (750mila Euro); ampliamenti e manutenzioni straordinarie cimiteri comunali (750mila Euro); lavori di asfaltature sulle strade comunali (500mila Euro); realizzazione rotatorie al Cep e a Montacchiello (950mila); nuovi interventi di recupero delle Mura di Pisa (780mila Euro); verde urbano (900mila Euro di investimenti + 550mila di manutenzione); realizzazione ponte ciclopedonale Arno (1,450 mln Euro); riqualificazione ex locali Stazione centrale (1 mln Euro); cavalcavia di Sant’Ermete (2,5 milioni); riqualificazione di piazza Viviani (800mila euro) e di piazza Sardegna (600mila); interventi per l’edilizia popolare tramite Apes (6.2 milioni); rete fognaria (3 milioni), illuminazione pubblica (800mila), interventi sulla sicurezza idraulica (2,2 milioni).

Politiche sociali: per il 2020 la voce di bilancio comprende i circa 3 milioni di quote capitarie e 2 milioni e 170 mila per il mantenimento dei servizi esistenti, svolti sia da Società della Salute che direttamente dal Comune e per l’attivazione di nuovi servizi: tra questi il progetto pilota Centro anziani nelle periferie (15 mila Euro), la Casa dei padri separati (30mila Euro), progetti di Cultura e marginalità nelle periferie (15mila Euro), la creazione di una Mensa sociale (30 mila Euro), contributo anziani indigenti non autosufficienti per Taxi amico (8mila Euro); monitoraggio degli “Inserimenti abitativi per case non Erp (170mila Euro); progetto pilota povertà e indigenza (50 mila Euro).

Sempre per il 2020 vengono incrementati i contributi per: Bonus Bébé (65mila, +30%), progetto Homeless (120 mila euro, +20%), Premio mamma (65mila euro, +62%), contributo Tari integrativo (100mila Euro), fondo associazioni (25mila Euro).

Altri settori Per quanto riguarda i capitoli di Cultura, turismo e manifestazioni storiche non ci sono riduzioni di servizio o di attività già attivate e consolidate nel corso del 2019.

Personale: per effetto di quota 100 e pensionamenti previsti nel corso del 2020 cesserà dal servizio una buona fetta di personale. L’obiettivo dell’Amministrazione è quello di mantenere invariata la dotazione organica dell’ente, per questo sono previsti concorsi per l’assunzione a tempo indeterminato di 73 unità di personale, suddivisi in varie categorie (amministrativi, polizia municipale, maestre di asilo nido, operai e 4 profili dirigenziali, 3 amministrativi e 1 tecnico). Questo permetterà al Comune di Pisa l’abbassamento dell’età media del personale e l’apporto di nuove competenze necessarie per far fronte alle nuove sfide.



Tag

Salvini: "M5s scompare in Emilia-Romagna e in Calabria"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Sport