QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 15°15° 
Domani 16°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 26 maggio 2019

Politica martedì 24 luglio 2018 ore 11:45

Conti al lavoro per bloccare il progetto moschea

La nuova giunta di centrodestra pronta a portare avanti una variante urbanistica per stoppare la costruzione del centro islamico a Porta a Lucca



PISA — La coalizione a trazione leghista che ha da poco conquistato palazzo Gambacorti punta dritto a dare seguito pratico ai capisaldi del programma elettorale, fra i quali lo stop al progetto di una moschea, con annesso centro islamico, in via del Brennero.

Nonostante la comunità islamica pisana abbia regolarmente acquistato il terreno ed abbia tutte le carte in regola per costruire - mancherebbe soltanto un parere del Consorzio di bonifica -, la nuova amministrazione avrebbe già pensato a come muoversi.

L'idea è quella di andare a modificare il regolamento urbanistico, che per quell'area già prevede fra gli indirizzi d'uso un luogo di culto. Alla base di questo impegno deciso contro la moschea il fatto che la precedente amministrazione, nell'avallare il progetto, non abbia coinvolto a sufficienza i cittadini di Porta a Lucca.

La prima mossa sarà un indirizzo di giunta, poi spetterà al consiglio comunale approvare la variante urbanistica. Ed ecco che i tempi inevitabilmente si allungano, perché com'è noto l'assemblea cittadina è ancora ferma al palo, senza commissioni consiliari e senza un presidente. Così la nuova amministrazione rischia di arrivare tardi con la variante e di ritrovarsi, cosa non secondaria da valutare, in una spinosa e onerosa battaglia legale.

Senza dimenticare il fronte politico. Diritti in Comune, ad esempio, ha già fatto sapere che difenderà fino in fondo il progetto della moschea a Porta a Lucca: "Chiederemo subito al sindaco e alla giunta se sia vero che l’amministrazione e gli uffici comunali stiano lavorando a una variante urbanistica per impedire la realizzazione della moschea. Ci auguriamo, piuttosto, che gli uffici competenti e la relativa direzione del Comune di Pisa procedano rapidamente, fatte tutte le verifiche necessarie, al rilascio del permesso a costruire ai proponenti del progetto della moschea, senza che vi siano condizionamenti o pressioni per rallentare o bloccare un iter ormai arrivato alla conclusione. In caso contrario saremmo di fronte a un fatto molto grave. Facciamo quindi appello alle forze politiche, sociali, ma anche ai movimenti e alle associazioni cittadine, a tenere da subito alta la guardia, affinché nessuno provi a tornare indietro rispetto a quella che è una scelta di civiltà".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cultura