QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 14° 
Domani 10°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 22 novembre 2019

Politica venerdì 27 gennaio 2017 ore 21:39

Mazzeo richiama il Pd pisano all'unità

Antonio Mazzeo

Il consigliere regionale e vicesegretario regionale del Pd chiede anche di votare a livello nazionale il prima possibile



PISA — Antonio Mazzeo ha scelto il circolo Arci di Pisanova per organizzare "Il futuro insieme", un incontro molto partecipato dove, tra i tanti amministratori ed esponenti politici locali presenti in sala, c'erano i sindaci di San Miniato e Lari Vittorio Gabbanini e Mirko Terreni, le prime cittadine di Ponsacco e Calcinaia Francesca Brogi e Lucia Ciampi, il sindaco di Pomarance Loris Martignoni e quello di Buti Alessio Lari.

Elezioni il prima possibile? Ecco cosa ha risposto Mazzeo:"Il Partito Democratico ha una sua proposta di legge elettorale che è il Mattarellum, si può fare in poche settimane. O si fa in poche settimane oppure c'è la volontà di fare melina. E il partito della melina anche al nostro interno non può averla vinta, perchè il quattro dicembre si è tranciato un patto che avevamo con gli italiani, quello di riformare questo Paese. Volevamo mettere in piedi un periodo costituente, non c'è riuscito ed è il momento di tornare alle urne per avere un Governo forte e avere prospettive, dobbiamo mettere in campo politiche contro le diseguaglianze, per il lavoro e i giovani e tanto altro"

Intanto a Pisa si è dimesso il segretario provinciale del Pd Alessio Lari:"Era nato in una ipotesi di unitarietà che non ha funzionato e dopo qualche settimana ci siamo trovati da soli a guidare il partito. Credo che abbia fatto bene, ma ora deve iniziare una fase nuova di unità, unità vera. Non si può pensare di stare nel partito e discutere del partito e stare all'esterno del partito e fare i recensori di quello che accade. Bisogna fare un patto di unità vero, dove si riparte dai circoli, si fa una conferenza programmatica e una base comune sulla quale si sta insieme. Poi arriverà il momento del congresso dove, da proposte differenti, partendo da una base comune, ci si potrà misurare. Bisogna stare attenti che non sia ogni tornata, ogni passaggio, un modo per contarsi internamente, i cittadini di questo sono stufi e non possiamo permetterci di fare tutto questo."



Tag

Elezioni Regionali, Di Maio: «Il Movimento non ha paura, correremo da soli»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca