QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 12° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 18 dicembre 2018

Attualità martedì 04 dicembre 2018 ore 09:52

Ministra azzera Consiglio, Roncella "dimissionata"

Manuela Roncella durante una premiazione a Pisa

Giulia Grillo ha revocato i mandati dei 30 membri di nomina del Consiglio superiore della Sanità, tra questi figura anche la famosa senologa pisana



PISA — La ministra della salute Giulia Grillo ha revocato, i mandati dei 30 membri di nomina del Consiglio superiore di Sanità. Tra questi figura anche Manuela Roncella, direttore del Centro clinico di senologia dell'Azienda ospedaliera universitaria pisana e docente di chirurgia dei tumori femminili e chirurgia plastica all'università di Pisa.

Il consiglio superiore di sanità era stato nominato nel dicembre dello scorso anno dall'ex Ministro della Salute Beatrice Lorenzin.

La ministra ha motivato la sua decisione: "È tempo di dare spazio al nuovo! Il Consiglio superiore di sanità è organo di consulenza tecnico-scientifica del ministro della Salute e, dunque, ho deciso di dare un segnale di discontinuità rispetto al passato rinnovando la composizione dei 30 membri di nomina fiduciaria. Siamo il governo del cambiamento e, come ho già fatto per le nomine di mia competenza nei vari organi e comitati del Ministero, ho scelto di aprire le porte ad altre personalità meritevoli. Sono sicura che alcuni componenti del Css possano essere nuovamente nominati, di certo non i vertici, che devono avere la fiducia e la piena sintonia con il ministro in carica. La decisione di revoca degli organismi collegiali, e dunque del Css, andava presa entro il 5 dicembre, ossia a sei mesi dalla fiducia del mio Governo al Parlamento (5-6 giugno 2018). Ringrazio tutti i componenti uscenti del Css, di cui mi preme sottolineare l’indiscutibile valore tecnico-scientifico, ma è tempo di dare spazio al nuovo".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cultura