QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 24°27° 
Domani 24°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 23 agosto 2019

Attualità venerdì 02 febbraio 2018 ore 16:38

Verso la nuova Arena Garibaldi

Ieri assemblea con i tifosi. Si attende la stima dello stadio a cura dell’Agenzia delle Entrate e le integrazioni al progetto da parte della società



PISA — "L’assemblea della Leopolda è stata molto utile. Ringrazio i promotori. Ha chiarito bene la situazione. Ha consentito a chi ha dubbi sulla ristrutturazione dello stadio di esprimerli. Ma ha confermato un grande consenso per il progetto e ha svelato o fugato i pregiudizi. E’ emerso chiaro come il Comune abbia fatto la sua parte, con prontezza e scrupolo e come Sindaco e Giunta portino di fronte alla società e alla città, a viso aperto, indirizzi assolutamente chiari per le decisioni che spettano al Consiglio comunale. Siano esse d’indirizzo o deliberazioni concrete e dunque avanzamenti del progetto, compreso l’avvio della variante urbanistica". Così il sindaco Marco Filippeschi commenta l’assemblea molto partecipata svoltasi ieri alla Leopolda, promossa dai gruppi organizzati della Curva Nord.

"Spero proprio che i tempi della stima del valore dello stadio siano i più brevi e che si possa deliberare per mettere in disponibilità il patrimonio – aggiunge Filippeschi – e sono fiducioso. Intanto la società e la Dea Capital Real Estate Sgr produrranno le integrazioni al progetto necessarie, secondo quanto richiesto ad esito della conferenza di servizi interna fatta dagli uffici comunali competenti il 15 dicembre scorso. Nel frattempo si deve approvare la convenzione e si può procedere a fare nuovi incontri nel quartiere, per affrontare ogni aspetto dell’operazione".

"Gli organi politici del Comune hanno dato una spinta molto forte con la deliberazione della Giunta, propedeutica alla messa in disponibilità dello stadio – sottolinea il Sindaco – e i tecnici della società e della Dea e quelli del Comune lavorano a stretto contatto. Ho chiesto alla riunione dei Capogruppo consiliari di valutare la necessità di fare una seduta del Consiglio comunale per approvare intanto un atto d’indirizzo, come richiesto anche dalla società. Abbiamo tenuto una relazione stretta e positiva con l’Agenzia del territorio, con l’Invimit, con la Regione e con altre istituzioni interessate per fluidificare al massimo i complessi procedimenti amministrativi. Ci abbiamo messo la faccia, fin dall’inizio, e porteremo all’attivo anche questo risultato, a beneficio della città"



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

Politica

Attualità