QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 13° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 26 marzo 2019

Attualità lunedì 12 gennaio 2015 ore 12:44

"Più controlli sulle case sfitte e inagibili"

Li chiedono il Sicet, insieme a Unione inquilini e a Una città in comune-Prc: "A pisa ci sono 4600 appartamenti fuori dal mercato immobiliare"



PISA — Il nodo cruciale della questione, secondo il capogruppo in Consiglio comunale per Una città in comune-Prc Ciccio Auletta e i sindacati è "capire quanti degli appartamenti dichiarati inagibili dai proprietari lo siano veramente". Nel territorio comunale risulterebbero sfitti 4600 alloggi (il 10 per cento sul totale) appartenenti a grandi proprietari. 

Di questi, una parte è dichiarata inagibile. Sulla questione, Una città in comune - Prc ha presentato un ordine del giorno approvato in Consiglio comunale: "Quello che intendiamo fare -assicura Auletta- è attivare una task force della polizia municipale e della Sepi che effettui dei controlli su quante delle dichiarazioni di inagibilità corrispondano al vero e quante invece, non siano altro che un escamotage per pagare il 50 per cento in meno sull'Imu". 

Tutto ciò dovrebbe avvenire nei primi mesi dell'anno (o comunque entro Luglio), poi, dati in mano "il Comune discuterà gli esiti di queste verifiche".

Un'azione del genere, secondo il consigliere, permetterebbe di imprimere una svolta positiva all'emergenza abitativa: "Recuperando i soldi di quella che è una vera e propria evasione, potranno essere effettuati i lavori di manutenzione sugli alloggi di risulta attualmente non assegnati per mancanza dei fondi necessari alla loro ristrutturazione. Basti pensare che ogni mese se ne liberano 12 e che le spese da affrontare per riassegnarli si aggirano intorno ai 10mila euro per ogni unità abitativa".

Sulla stessa linea si muovono anche il Sindacato inquilini casa e territorio e l'Unione inquilini: "Non è da sottovalutare la possibilità che alcuni di questi 4600 appartamenti siano dichiarati sfitti ma che in realtà non lo siano, e che vengano affittati senza un regolare contratto".

Secondo i sindacati poi, questa situazione "va a peggiorare una realtà, quella dell'emergenza abitativa, che di per sé pesa non poco sulla comunità".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Attualità