comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 18°26° 
Domani 19°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 22 settembre 2020
Giani
853.281
 
48.61%
Ceccardi
710.344
 
40.47%
Galletti
112.370
 
6.40%
Vigni
7.584
 
0.43%
Fattori
39.111
 
2.23%
Barzanti
15.868
 
0.90%
Catello
16.817
 
0.96%
corriere tv
Bomba d'acqua ai Castelli Romani, strade come fiumi a Rocca di Papa

Cronaca martedì 10 giugno 2014 ore 14:10

Genetica degli agrumi, 8 specie a confronto

Grazie al progetto Citrustart, lo studio internazionale ha visto anche la partecipazione della scuola superiore Sant'Anna



PISA — La scuola superiore Sant’Anna ha partecipato, insieme all’università di Udine all’International Citrus Genome Consortium, un consorzio internazionale che ha studiato il genoma del clementine e di altri sette agrumi per ricostruire l’origine delle specie oggi più coltivate.

La partecipazione italiana al consorzio è stata possibile grazie al progetto Citrustart, finanziato dal ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali nel 2009.

Lo studio, condotto insieme a studiosi statunitensi, francesi e brasiliani ha permesso di descrivere il contenuto in geni degli agrumi e di ricostruire come, a partire da un numero limitato di specie selvatiche, si siano ottenute con una serie di incroci le specie oggi più largamente utilizzate dall’uomo per la sua alimentazione.

I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista internazionale Nature Biotechnology: l’arancio dolce e l’arancio amaro sono derivati dal mandarino dal pomelo ma, ma rispetto al secondo, l’arancio dolce ha uno schema di incrocio più complesso. Il clementine è il risultato dell’incrocio fra arancio dolce e mandarino, mentre il mandarino Murcott risulta essere un nipote dell’arancio dolce. Infine, quelli che oggi chiamiamo mandarini e consumiamo come tali sono tutte varietà in cui sono presenti anche geni del pomelo, risultato di incroci complessi fra le due specie.

“Almeno il 45 per cento del genoma di Citrus –sottolinea il ricercatore del Sant’Anna Andrea Zuccolo- è costituito da sequenze ripetute. Il nostro contributo per questa importante ricerca si è concentrato sull'identificazione e sulla caratterizzazione di queste particolari sequenze genetiche”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Cronaca

Politica