QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 24°32° 
Domani 22°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 25 agosto 2016

Attualità mercoledì 16 marzo 2016 ore 12:05

A lezione con "House of cards"

I costituzionalisti Emanuele Rossi e Luca Gori: "Studiare la serie tv è come vedere in azione le regole costituzionali non scritte del Regno Unito"

PISA — Cinema, fiction tv, diritto costituzionale e scienza politica diventano protagoniste di lezioni universitarie. Alla scuola superiore Sant’Anna questo intreccio si concretizza in un corso interno, dedicato alla serie tv “House of cards”, prodotta a inizio anni '90 dalla Bbc del quale l’attuale versione americana con Kevin Spacey tra i protagonisti è un popolare remake.

Il corso è stato organizzato dai costituzionalisti Emanuele Rossi e da Luca Gori e domani, giovedì 17 marzo alle 15, ci sarà una lezione tenuta da Carlo Fusaro, docente di diritto pubblico comparato all’università di Firenze, e da Giacomo Delledonne, ricercatore in diritto europeo all’università San Louis di Bruxelles.

Nell’incontro di domani a chiusura del corso interno, si mettono a confronto l’originaria serie britannica con il remake americano per capire se è possibile trasferire le vicende ambientate nel parlamento britannico all’interno del sistema presidenziale statunitense, ponendosi anche domande su quanta “fiction” (intesa come “finzione”) alberghi nella serie e quanto invece gli sceneggiatori abbiano fotografato la realtà istituzionale e politica.

Le lezioni che hanno avuto come oggetto di studio “House of cards” hanno riscosso l’apprezzamento degli allievi rappresentando un modello innovativo anche per la didattica universitaria integrativa della scuola superiore Sant’Anna. Tra febbraio e marzo, gli allievi si sono trasformati in spettatori attenti delle tre stagioni della serie britannica. A margine di ogni incontro (ne sono stati organizzati sei) è intervenuto uno studioso che ha commentato gli aspetti di maggiore interesse come il rapporto fra il parlamento e il governo, il ruolo del sovrano, la posizione dei partiti politici britannici, il dissenso all’interno della maggioranza.

“Studiare la serie tv britannica – sottolineano i promotori del corso - è come vedere le regole costituzionali non scritte del Regno Unito ‘in azione’. La sceneggiatura è stata curata dall’ex capo-staff di Margareth Thatcher e si è quindi rivelata particolarmente attentissima nel delineare i profili delle istituzioni, dei poteri e dei partiti, incluso il delicatissimo ruolo attribuito alla monarchia”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Cronaca

Attualità