QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 13°15° 
Domani 13°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 19 maggio 2019

Attualità lunedì 04 luglio 2016 ore 17:00

La città toscana con più alloggi per studenti

Nardini (Pd): "Toscana investe su giovani e conoscenza. La struttura di San Cataldo farà salire il numero dei posti letto in città a 1828"



PISA — Alessandra Nardini, consigliera regionale Pd, esprime soddisfazione per la delibera di Giunta che rivede i parametri d’accesso alle borse e aumenta i fondi per il diritto allo studio: “Cresciamo anche nell’edilizia residenziale studentesca. La struttura di San Cataldo a Pisa farà salire il numero dei posti letto in città a 1828.Sarà la città toscana con più alloggi

“Una vittoria per il diritto allo studio -sottolinea Nardini- Una vittoria per tanti giovani. La Regione Toscana alza i livelli per accedere alle borse: rimodula le fasce Isee e Ispe che passeranno, rispettivamente, da 20 a 22 mila euro l'anno, e a 45 mila euro dai 33 mila previsti nello scorso anno accademico. Una decisione importante che va nella direzione richiesta anche nella mozione di cui sono stata prima firmataria, approvata il 18 maggio scorso”.

“La Regione non solo risponde positivamente alla richiesta di supporto sollevata da tanti studenti rimasti fuori dalla graduatorie ma conferma, per il prossimo anno accademico, la Borsa Servizi e stanzia 1,2 milioni in più alla voce diritto allo studio – continua Nardini - Un incremento di risorse che auspicavamo. La Regione, oltre ad erogare un grandissimo numero di pasti, ha continuato ad investire per garantire alloggi agli studenti, anche questo un tema su cui ci eravamo espressi anche in Consiglio. La Toscana, insieme alla Lombardia, è al vertice della classifica: nella nostra regione oltre il 70 per cento dei vincitori di borse di studio è fuori sede. Dal 2002 al 2015 la Regione Toscana ha investito 116 milioni nell’edilizia residenziale studentesca, di cui 22mln nella scorsa legislatura. L’accoglienza della Regione Toscana fa la differenza, anche in questo settore. 4734 i posti letto in totale, di cui 1586 nella provincia di Pisa, dove con la realizzazione del complesso abitativo di San Cataldo, di cui sono stati appena aperti i cantieri, se ne aggiungeranno altri 242. Una struttura necessaria e attesa che auspico presto potrà dare risposte alle richieste di tantissimi studenti che scelgono la nostra Università. Pisa è anche la città toscana con più richieste di borse di studio: 7674, secondo i dati della Azienda al Diritto allo Studio, di cui 5189 vincitori (anche se la graduatoria è ancora provvisoria). La Toscana compie una scelta di campo che non ha eguali in altre parti d’Italia: investe concretamente sul futuro dei giovani mettendosi al fianco di coloro che, anche se meno abbienti, vogliono portare avanti gli studi – conclude Nardini – E lo fa anche sul piano internazionale aumentando le borse per la mobilità all’estero che arriveranno a 480 euro mensili, per massimo dieci mesi; un provvedimento in nome di Lucrezia Borghi, Valentina Gallo ed Elena Maestrini, le tre studentesse tragicamente morte durante il loro Erasmus in Spagna. Le tre ragazze erano cittadine del mondo, come tantissimi giovani che scelgono di fare questa esperienza preziosa, e che meritano di essere incentivati”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Lavoro

Attualità

Attualità