QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 9° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 21 gennaio 2020

Attualità mercoledì 30 ottobre 2019 ore 11:40

Ti insegnerò a volare, giornata di emozioni

Secondo Meeting della Fondazione Maffi, con la canzone di Vecchioni scelta come simbolo e cantata dagli ospiti e dagli operatori sanitari



PISA — Per imparare a volare dobbiamo aprirci alla relazione. La persona nasce dalla relazione, mentre l’individuo esprime l’io chiuso in sé stesso. Per muoverci verso l’alto è essenziale sapere da cosa è posseduto il nostro cuore: se esso è attratto da Dio sarà più facile salire. Questi alcuni dei concetti espressi da Mons. Giovanni Paolo Benotto, vescovo di Pisa, a conclusione del congresso della Fondazione Casa Cardinale Maffi “Ti insegnerò a volare”.

Il meeting, che si è svolto nel Mercure Tirrenia Green Park di Calabrone (Pisa), ha interessato più di cinquecento persone profondamente coinvolte in una mattinata di lavori intensa e densa di emozioni.

Il pianista, e giovane attore, Emanuele Misuraca (serie televisiva La Compagnia del Cigno) ha eseguito musiche di Chopin, mentre gli attori dell’associazione Sacchi di Sabbia della Casa Circondariale di Pisa hanno interpretato il testo della canzone di Roberto Vecchioni che dà il titolo alla giornata.

Don Virginio Colmengna, della Casa della Carità di Milano ha spiegato quanto sia necessario oggi uscire da un egocentrismo rancoroso e aprirsi all’utopia dai piedi per terra, che fa leva sulla fragilità, per migliorare il mondo. Il filosofo Stefano Perfetti ha commentato come la vita sia una sorta di intreccio di mani, come si è visto nelle foto di Giovanni Padroni (il libro fotografico è stato presentato nell’occasione), in cui mani, uniche e differenti, si incontrano con altre mani, per dare e ricevere senso e significato.

Molto toccante è stata la sessione di Medicina Narrativa condotta da Andrea Fagioli, in cui Maria Chiara Sanvito (oncologa del Meyer e suora, festeggiata dall’intera platea per il suo compleanno), Andrea Becchetti, babbo di Alessandro, fratello prezioso che vive in una struttura della Fondazione Casa Cardinale Maffi, e il pittore tetraplegico Lorenzo Ludi, con il padre Alessandro, hanno testimoniato quanto sia possibile e rivoluzionario “volare senza le ali”.

Antonia Peroni, ha parlato de “La Palestra di Gabriele” una scuola di prossimità che la fondazione Maffi promuove per pubblici diversi, dagli studenti agli imprenditori, dai religiosi ai semplici cittadini. Alessandra Graziosi, della Schola Occurrentes, ha presentato l’attività guidata da Papa Francesco, che lei coordina e che lavora con le scuole e le comunità educative pubbliche e private per ripristinare il patto educativo.

Particolarmente toccante è stato il video realizzato dalla Fondazione in cui i fratelli preziosi e gli operatori sanitari cantano la canzone di Vecchioni, il quale ha dichiarato: è bellissima l’interpretazione di chi si occupa di queste persone. Cantata benissimo, con grande intensità, grande voglia. Diventa un simbolo! Sento che questa canzone è diventata molto più importante di quando l’ho fatta perché allora era per la gente in genere, adesso invece ha uno scopo: uno scopo bello, umanitario. Mi avete fatto un regalo!”

Laura Brizzi, dell’Azienda USL Toscana Nord Ovest, ha affermato che la Fondazione Casa Cardinale Maffi, è un partner importante che stimola al cambiamento per l’intero comparto della salute e del sociale.

Per Franco Falorni il meeting è stato una nuova e importante occasione per diffondere la “rivoluzione culturale e pratica” che trae valore dalle debolezze, per cui la Fondazione è da anni impegnata. Il vescovo Giovanni Benotto ha espresso gratitudine alla Fondazione, e a tutto il personale, per quanto fa a favore dell’intera società civile, in un dialogo che coinvolge le comunità locali per promuovere i valori della fragilità come fonte di umanizzazione.

"ti insegnerò a volare", Fondazione Casa Cardinale Maffi Onlus e Roberto Vecchioni - 18 ottobre 2019


Tag

Gregoretti, De Falco: "Differenze con Diciotti all'epoca non c'erano le regionali"

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cronaca

Politica

Politica