QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 17°29° 
Domani 14°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 17 settembre 2019

Attualità martedì 17 gennaio 2017 ore 09:09

Il parco scientifico del futuro

Concluse le operazioni di messa in sicurezza dell’area Sant'Anna, con il ritrovamento di un proiettile d’artiglieria della seconda guerra mondiale



SAN GIULIANO TERME — Una nuova tappa segna l’avvicinarsi all’inizio dei lavori per la costruzione del nuovo parco scientifico della Scuola Superiore Sant’Anna in San Giuliano Terme, il Polo Sant’Anna in San Giuliano Terme, non lontano comunque dal centro di Pisa e dalla sede storica, lungo la strada che conduce dall’area di ricerca CNR al quartiere di Cisanello e allo svincolo di importanti vie di comunicazione, come la Firenze Pisa Livorno. In questi giorni sono in fase di conclusione le operazioni per mettere in sicurezza il sito dove sarà realizzato il parco scientifico che riunirà in un’unica sede le iniziative di sviluppo edilizio della Scuola universitaria superiore.

Tra queste operazioni propedeutiche all’inizio dei lavori, rientra la campagna di indagini finalizzate alla bonifica da ordigni bellici. Si tratta di una campagna prevista per legge, condotta da una ditta specializzata e abilitata, che ha portato alla scoperta di un proiettile di artiglieria inesploso, risalente alla seconda guerra mondiale. Secondo la normativa, la ditta incaricata ha allertato la Scuola Superiore Sant’Anna e le forze dell’ordine; procederà in tutta sicurezza alla rimozione del proiettile e al suo trasporto in un luogo dove sarà fatto brillare, adottando ogni precauzione necessaria e garantendo che l’intervento si svolga in ogni fase senza rischio alcuno.

La campagna per individuare la presenza di eventuali ordigni bellici ha interessato un’area di circa 40mila metri quadrati di proprietà della Scuola Superiore Sant’Anna. Si tratta di un’area maggiore rispetto a quella che ospiterà il primo lotto del parco scientifico in San Giuliano Terme. L’operazione di bonifica, unita a quelle che precedono l’attivazione del cantiere, contribuisce a rendere più sicura tutta l’area, con indubbi benefici per il territorio.

Il piano di sviluppo edilizio verso la costruzione del Polo Sant’Anna in San Giuliano Terme, sull’area che riunirà i nuovi spazi per didattica e ricerca di cui si doterà la Scuola universitaria superiore, procede secondo la programmazione definita. In particolare, entro la fine del 2018 sono previste la contrattualizzazione, a seguito di gara d’appalto, e l’avvio del primo lotto di lavori.

Il primo lotto prevede la realizzazione di due edifici, dove troveranno sede l’Istituto di Scienze della Vita, che comprende i settori di medicina e di scienze agrarie e biotecnologie, l’Istituto di Management e il Laboratorio di robotica percettiva Percro dell’Istituto Tecip (Tecnologie della Comunicazione, Informazione, Percezione). A seguire, negli anni futuri, saranno messi in progettazione nuovi lotti, sulla base delle esigenze di spazio richieste dall’ulteriore sviluppo della Scuola Superiore Sant’Anna. Raggruppare in un’unica area tutte le nuove realizzazioni comporterà una serie di vantaggi, logistici e organizzativi, a partire dai costi di manutenzione, che saranno ridotti dall’aver in un unico parco scientifico una pluralità di laboratori e di aule che altrimenti – senza la scelta di concentrare lo sviluppo edilizio nel Polo Sant’Anna in San Giuliano terme – sarebbero stati distribuiti in varie zone della città di Pisa.

“Il progetto del parco scientifico in San Giuliano Terme – commenta il rettore Pierdomenico Perata – è in pieno svolgimento, secondo i tempi richiesti da un intervento tanto importante e che rappresenterà una svolta per la Scuola Superiore Sant’Anna. Nei suoi primi 30 anni, che festeggiamo proprio nel 2017, la Scuola è stata caratterizzata da una crescita inarrestabile delle sue attività didattiche e di ricerca e da una conseguente espansione edilizia. Questo binomio – prosegue il rettore - ha permesso alla Scuola di trasformarsi da ‘collegio di eccellenza’ in ‘research university’. Dopo aver rinnovato o acquisito nuovi spazi per i collegi, dove risiedono gli allievi, e dopo essersi dotata di importanti infrastrutture per la ricerca, dal Polo Sant’Anna Valdera a Pontedera per la robotica e le scienze della vita, alla sede dell’Istituto di tecnologie della comunicazione, informazione e percezione, adesso la Scuola concentra i nuovi insediamenti nell’unica area del Polo Sant’Anna in San Giuliano Terme. Costruire un parco scientifico è una scelta coraggiosa e inedita per la città di Pisa e intanto ha già portato un beneficio – conclude il rettore - garantendo la messa in sicurezza una vasta area come ha dimostrato il ritrovamento del proiettile della seconda guerra mondiale”.

“I passi avanti per la realizzazione del parco scientifico della Scuola Superiore Sant’Anna – sottolinea il sindaco di San Giuliano Terme, Sergio di Maio – sono una notizia di cui ci rallegriamo, quanto all’ordigno ritrovato tengo a precisare ancora una volta come esso non rappresenti nessun pericolo per la popolazione. E’ stato ritrovato in un campo, lontano dalle abitazioni e da qualsiasi luogo di aggregazione, ed è stato subito messo in sicurezza. In tutta questa vicenda non c’è nessuna ragione per cui i cittadini di San Giuliano Terme debbano stare in ansia. La situazione – conclude il sindaco - è sempre stata e sempre sarà sotto controllo”.  



Tag

Il bambino caduto dal balcone a Lodi: ecco come Angel lo ha salvato | Video

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Attualità

Attualità

Spettacoli