Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:18 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 29 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La lezione di Burioni: «Variante Omicron? Dobbiamo da un lato stare attenti e dall'altra vaccinarci»

Attualità martedì 04 settembre 2018 ore 16:28

Caso Buscemi, proteste a Pisa e a Bruxelles-VIDEO

La protesta di oggi sotto il Comune

Almeno un centinaio le persone sotto il Comune per chiedere le dimissioni dell'assessore alla cultura. La protesta anche al parlamento europeo



PISA — Oggi, in occasione del consiglio comunale, almeno cento persone sono tornate a protestare in piazza XX Settembre per la nomina dell'attore e regista Andrea Buscemi ad assessore alla cultura. La protesta, ancora una volta guidata dall'associazione Casa della donna, punta ad ottenere le dimissioni di Buscemi o la sua rimozione dall'assessorato, considerati i suoi trascorsi giudiziari per stalking. I manifestanti, in maniera pacifica, hanno cantato e dato vita ad un girotondo. Molte donne hanno manifestato mostrando un fiocco rosso.

Contemporaneamente, il caso Buscemi è stato portato all'attenzione del Parlamento Europeo nella sede di Bruxelles. Alcune attiviste dell'associazione pisana hanno illustrato alla Commissione per i diritti delle donne e l'uguaglianza di genere la vicenda processuale, depositando agli atti l'intero dossier, e si sono appellate all'articolo 5 della Convenzione di Istanbul, che impegna le istituzioni e le persone che le rappresentano a mettere in atto azioni concrete per contrastare il fenomeno della violenza sulle donne.

In piazza a Pisa anche la consigliera regionale del Pd, Alessandra Nardini. “Torno a ribadire con forza il no alla nomina di Buscemi ad Assessore alla cultura del Comune di Pisa: si tratta di una vera e propria battaglia culturale - ha detto - per l’affermazione del rispetto e della non violenza di genere". 

"Chi ha l'onere e l'onore di rappresentare una comunità all'interno delle istituzioni - ha aggiunto, appellandosi al sindaco Conti - ha il dovere di combattere la cultura della violenza e della discriminazione, mandando messaggi coerenti anche attraverso le proprie scelte. Un plauso, invece, al gruppo consiliare del Partito Democratico di Pisa per aver raccolto l’appello di Mdp presentando la mozione da loro proposta con lo scopo di fare chiarezza in merito alle posizioni che ciascuna forza politica intende assumere sul tema del contrasto della violenza di genere e sulle politiche di pari opportunità".

In Regione, ha infine annunciato Nardini, "insieme alla Capogruppo Mdp, Serena Spinelli, abbiamo deciso di presentare analoga mozione per chiedere alla Giunta un impegno volto a sensibilizzare gli enti locali alla promozione di politiche di genere e iniziative di contrasto alla violenza sulle donne”.


Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La provincia di Pisa, nelle ultime 24 ore, registra quasi cento nuove positività al coronavirus. Il dettaglio per Comune di residenza
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità