Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 03 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Davide Giri ucciso a New York, il dottorando italiano è stato accoltellato

Attualità giovedì 04 settembre 2014 ore 16:24

Sla, via al protocollo d'intesa tra Asl 5 e Aoup

Dopo la sua doccia gelata, Damone ha presentato il progetto di assistenza domiciliare. Bucket e Tommasini nominati, continua la Ice Bucket



PISA — Dopo la sua doccia gelata contro la Sla, Rocco Damone ha presentato un nuovo percorso di presa in carico dei pazienti, ideato in collaborazione con l’Azienda ospedaliero universitaria pisana. Il direttore generale della Asl 5 ha poi passato il testimone a Enrico Volpe, direttore generale Estav e Carlo Tomassini, direttore generale dell'Aoup.

Grazie al protocollo di intesa tra Aoup e Asl 5, tutti i pazienti malati di Sla in fase avanzata, dimessi dall'ospedale di Cisanello avranno la garanzia di prestazioni mediche domiciliari. 

Il percorso di presa in carico del paziente dimesso da Cisanello inizia con l’attivazione, attraverso il Pua (Punto unico di accesso) della zona pisana, dei servizi sanitari con assegnazione al servizio sociale territoriale e un gruppo multidisciplinare prende in carico il paziente. Coinvolte nel progetto una serie di figure professionali tra cui medici di famiglia, pneumologi, endoscopisti toracici, infermieri, fisioterapisti, operatori del 118 e medici delle cure primarie.

“Il percorso integrato tra Asl e Azienda ospedaliera – dice Rocco Damone - per la presa in carico dei pazienti con Sla è un grande risultato del quale sia io, sia il direttore generale dell’Aoup andiamo fieri. Vorrei però sottolineare che siamo arrivati a questo punto grazie allo stimolo intelligente e puntale di Vairo Contini, ex direttore generale dell’azienda ospedaliera e amico, colpito dalla Sla".

"Qualche anno fa, Vairo ci scrisse una lettera nella quale sottolineava l’esigenza di un rapporto stretto tra l’assistenza ospedaliera e quella territoriale, da lì è iniziato il lavoro congiunto tra le due aziende e, oggi, posso tranquillamente sostenere che siamo arrivati al traguardo e che i nostri assistiti possono contare su un percorso chiaro ed efficiente di presa in carico domiciliare - sottolinea -. Dedico, quindi, questa giornata a Vairo Contini che ha saputo con la lucidità che lo contraddistingue guidarci in questo lavoro. Infine passo il testimone a Enrico Volpe, direttore generale Estav e Carlo Tomassini, direttore generale dell'Aoup".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il bollettino sanitario fotografa la situazione sul fronte epidemico. Ecco la distribuzione delle nuove positività in provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità