Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:PISA15°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 21 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
L’ala dell’aereo si danneggia in volo: ancora problemi negli Usa per un Boeing costretto ad atterraggio di emergenza

Attualità mercoledì 06 dicembre 2023 ore 16:37

Dalla fisica all'economia, le migliori tesi di dottorato

La premiazione è avvenuta in occasione del Phd day dell'ateneo pisano, che ha dato il benvenuto a 340 nuovi dottorandi



PISA — L'Università di Pisa ha dato il benvenuto ai 340 nuovi dottorandi che hanno superato le selezioni di ammissione e salutato i 240 dottori di ricerca che hanno, invece, conseguito il titolo nell’ultimo anno accademico. La cerimonia si è svolta nel PhDay, il tradizionale appuntamento che sabato 2 Dicembre ha aperto l’anno dottorale dell'ateneo pisano dove, attualmente, sono attivi 25 corsi di dottorato.

Per l'occasione sono state premiate le 14 migliori tesi dottorali di settore: sono quelle di Thomas Alderighi (Informatica), Emma Baglini (Scienza del farmaco e delle sostanze bioattive), Gregorio Carullo (Fisica), Giuseppe Nicolò Fanelli (Scienze cliniche e traslazionali), Luca Ferri (Scienze dell'antichità e archeologia), Gabriele Maria Fortunato (Ingegneria dell'Informazione), Alessandro Gabrielli (Economia aziendale e management), Era Gorica (Scienza del Farmaco e delle Sostanze bioattive), Michela Maestrini (Scienze veterinarie), Giacomo Palai (Scienze agrarie, alimentari e agro-alimentari), George Jose Pollayl (Smart Industry), Elena Rossi (Ingegneria dell'energia, dei sistemi, del territorio delle costruzioni), Gabriele Rugani (Scienze giuridiche) e Elena Vagnoni (Studi italianistici).

“Il 3 settembre 1343, nel riconoscere allo Studio pisano lo status di Studio Generale, Papa Clemente VI si augurava che il nostro Ateneo potesse generare donne e uomini 'dotati di maturità di giudizio, incoronati di virtù ed esperti nelle dottrine delle diverse facoltà' e che a Pisa vi fosse così 'una fonte di conoscenza continuamente sgorgante'. Oggi, a distanza di 680 anni, quelle donne e quegli uomini, care dottorande e cari dottorandi, siete voi - ha detto il rettore dell'Università di Pisa, Riccardo Zucchi, nel suo saluto inaugurale – Al di là del suo significato istituzionale il dottorato rappresenta, ancora oggi, il passaporto per un mondo di ricerca e nuove conoscenze, un investimento e una certificazione dei vostri talenti che vi può dare un vantaggio sul mercato del lavoro. Non è un caso che il dottorato sia anche una delle principali vie di selezione e reclutamento dei nostri futuri docenti. Per questo, da sempre, l’Università di Pisa punta molto sui dottorati di ricerca, consapevole che questi rappresentano anche il modo migliore per far crescere l’eccellenza e il prestigio della nostra comunità universitaria”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'innovativo modello messo a punto dall’Istituto di Biorobotica genera un elettroencefalogramma virtuale che determina l'avanzamento della malattia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cronaca

Attualità

Attualità