Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:45 METEO:PISA12°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 29 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Conte mangia un gelato dopo il vertice con Letta e Salvini: «Problema risolto? Speriamo che la notte porti consiglio»

Attualità mercoledì 28 gennaio 2015 ore 18:00

36 giovani su 100 fanno uso di droghe

il sottosegretario all'istruzione Gabriele Toccafondi commenta i dati Ars: "Contro lo spaccio nelle scuole serve il pugno duro"



PISA — I liceali pisani sono tra quelli della regione a fare più uso di sostanze stupefacenti. Lo afferma un'indagine condotta dall'Ars.

"Contro lo spaccio nelle scuole serve il pugno duro -dice il sottosegretario all'istruzione Gabriele Toccafondi commentando i dati della ricerca- Il 36 per cento degli studenti toscani ha assunto almeno una sostanza stupefacente. Quindi, il pugno duro serve, accanto a un dialogo sempre più serrato tra famiglie, docenti, forze dell'ordine e ragazzi". 

In base ai dati raccolti dall'Ars oltre il 36 per cento degli studenti toscani ha assunto almeno una sostanza illegale. La più consumata è la cannabis (31 per cento), seguita dalla cocaina (5,3), dai farmaci o psicofarmaci assunti non per motivi di salute e senza ricetta medica (5,1) e dagli inalanti volatili, o popper (4,1). Di questo 36 per cento, il 5,4 è composto da 14enni.

Il 25 per cento del campione ha consumato droga nell'ultimo mese: si stima quindi che oltre 45.500 adolescenti toscani abbiano assunto droghe in questo intervallo di tempo, e circa 21.300 abbiano consumato cannabis anche più volte a settimana. Gli studenti fiorentini, con quelli di Livorno, Viareggio, Pisa e Grosseto, sono i maggiori consumatori. 

Il 56 per cento del campione inizia a 15 anni o prima. "Sono numeri drammatici, e far finta che il problema sia immaginato, idealizzato, non concreto mi sembra fuori dalla realtà - avverte il sottosegretario Toccafondi - Chi pensa che i ragazzi in fondo fanno solo uso di droghe leggere, si sbaglia".

"Dobbiamo spiegare e far vedere ai giovani gli effetti dell'abuso di droghe e alcool -conclude il sottosegretario- ma allo stesso tempo non possiamo considerare le forze dell'ordine come un soggetto estraneo. L'educazione dei ragazzi passa da un patto tra genitori e scuola e tutti dobbiamo sentirci collaboratori di questo patto educativo".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Tanti sono i casi di Coronavirus accertati nelle ultime 24 ore in provincia di Pisa, dove si registrano anche due nuovi decessi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Sergio Carli

Giovedì 27 Gennaio 2022
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità