QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 9° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 15 novembre 2019

Politica mercoledì 29 maggio 2019 ore 07:00

"A Pisa il Pd è il primo partito"

Il consigliere regionale Pd Antonio Mazzeo

"Il valore delle persone è in grado di fare la differenza", dice il consigliere regionale Antonio Mazzeo commentando il voto



PISA — “Alla luce dei risultati elettorali di domenica, il dato che arriva dalla provincia di Pisa mi sembra molto chiaro: il valore delle persone è in grado di fare la differenza e le donne e gli uomini che si sono candidati per il PD e il centrosinistra hanno raccolto tanti consensi perché rappresentano figure credibili, serie, radicate sul territorio e davvero vicine ai bisogni e alle richieste dei cittadini che è cosa profondamente diversa da uno slogan recitato su un social network”.


Così il consigliere regionale PD Antonio Mazzeo commenta l’esito del voto delle amministrative nei comuni del pisano.

“Faccio i complimenti prima di tutto a Sergio Di Maio, che è stato in grado di rivincere a San Giuliano al primo turno, e ai sindaci eletti o rieletti a Calci, Vicopisano, Calcinaia, Santa Croce, Peccioli, Casciana Terme-Lari, Castelfranco, Montopoli, Capannoli, Palaia, Lajatico, Terricciola, Crespina-Lorenzana, Fauglia e Montescudaio per chiudere con Giacomo Santi che è riuscito nella difficilissima impresa di riconquistare Volterra. Ma l’abbraccio più grande lo mando a Matteo Franconi, Francesca Brogi e Simone Giglioli che, pur essendo arrivati a un passo dalla vittoria, dovranno aspettare altri 15 giorni per festeggiare a Pontedera, Ponsacco e San Miniato. In queste due settimane noi saremo ancora di più al loro fianco e ai cittadini dovremo dire con grande forza che si trovano davanti a una precisa scelta di campo: se stare con chi ha davvero a cuore le loro comunità o con chi, invece, ha l’unico obiettivo di mettere una nuova bandierina da sventolare o una felpa da indossare”.

Inevitabile, dunque, il riferimento anche al voto delle Europee e, in particolare, a quanto accaduto nel comune di Pisa. “Dopo un anno di governo della Lega in città il PD ha preso 4mila voti in più ed è tornato ad essere nettamente il partito più votato. E’ evidente che tanti cittadini hanno cominciato a rendersi conto che alle tante promesse non sono minimamente seguiti i fatti e che, così come accaduto per la Ceccardi a Cascina, le nostre città vengono solo e soltanto usate per avere visibilità personale e come trampolini per obiettivi nazionali. Anche per questo i ballottaggi del 9 giugno saranno importanti e sarà fondamentale scegliere amministratori non solo capaci ma, soprattutto, davvero interessati a pensare alle loro comunità e non mossi dalle ambizioni personali o da quelle del loro capo partito”.

Sulla stessa linea il segretario provinciale del Pd Massimiliano Sonetti:

"Dopo il positivo voto delle Europee emerge con forza un dato elettorale ancora più positivo dal voto amministrativo nei 26 comuni della nostra provincia. I nostri candidati sono andati bene ovunque. E' stato un successo che conferma le nostre migliori attese e che dimostra come il nostro territorio e i nostri concittadini non hanno seguito le sirene della Lega e dei facili slogan.

Mi piace sottolineare due dati tra i comuni più grandi. A San Giuliano
il bravo sindaco Di Maio raccoglie una importante e impegnativa vittoria
al primo turno. Mentre un nostro candidato riconquista dopo dieci anni
la splendida città di Volterra. Il Partito Democratico ha affrontato in
questi anni un profondo rinnovamento e si è rimesso in discussione. Ma
tutto questo è stato utile a forgiare una nuova classe dirigente locale
che sta dimostrando il suo valore. Ora bisogna dare una mano e lavorare
per i tre ballottaggi di Pontedera, San Miniato e Ponsacco, dove i
nostri giovani e competenti candidati hanno le carte in regola per
governare città così importanti. Noi ci saremo. La nostra proposta di
governo è la migliore e la più articolata. I cittadini sapranno capire e
valorizzare le competenze, nell'interesse delle comunità e della loro
qualità della vita."



Tag

Segre, sindaco di Pescara: «Il 27 gennaio cittadinanza onoraria»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Politica

Attualità