Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA11°15°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 05 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Putin al volante di una Mercedes sul ponte di Crimea

Cronaca lunedì 19 giugno 2017 ore 10:30

Bombe molotov contro le auto di servizio

Incendiate due vetture della polizia penitenziaria. Erano parcheggiate dietro al carcere, nell’area destinata alla caserma



PISA — Ad incendiare le due auto della polizia penitenziaria, andate distrutte nella notte nell'area del carcere, sarebbero state delle bombe molotov lanciate da tre persone, ancora non identificate e fuggite dopo l'assalto alle vetture. 

A denunciare l'accaduto  è  il sindacato autonomo di polizia penitenziaria Sappe, a firma del segretario nazionale Pasquale Salemme: "Un gesto gravissimo ed assurdo, un atto ostile ed estremo contro la nostra istituzione, il corpo di polizia penitenziaria, che svolge un duro e difficile lavoro nella prima linea delle sezioni detentive. Gli investigatori sono al lavoro e speriamo che il loro lavoro dia presto i frutti utili per identificarli.”

Donato Capece, segretario generale del Sappe, esprime “Solidarietà al reparto di polizia penitenziaria di Pisa, vittima di un gravissimo atto intimidatorio. Sono certo che non saranno le bombe incendiare di qualche criminale delinquente a ledere lo spirito di servizio, la professionalità e l’abnegazione dei nostri agenti, impegnati ogni giorno con umanità e attenzione a garantire ordine e sicurezza nelle carceri ed a favorire la rieducazione dei detenuti. Auspico che vengano presto identificati e puniti con la massima severità i responsabili dei fatti di questa notte”.

Sul fatto è intervenuta con una nota anche la segreteria di Pisa del sindacato italiano lavoratori polizia Cgil, che "Esprime solidarietà e vicinanza al personale della polizia penitenziaria di Pisa a seguito del vile attentato incendiario che questa notte ha distrutto due autovetture di servizio parcheggiate nei pressi del Carcere Don Bosco. Quello di stanotte è un messaggio da non sottovalutare che viene lanciato in questo delicato contesto storico in cui evidentemente l’operato della polizia penitenziaria di Pisa può aver dato fastidio a qualche criminale, occorre pertanto vigilare con attenzione. I poliziotti da noi rappresentati si uniscono con forza alle forze politiche e sindacali ed esprimono una severa condanna contro questo vile, pericoloso attentato. Il nostro auspicio ovviamente è che i criminali che hanno compiuto quel gesto vengano al più presto individuati e consegnati alla giustizia".

Linda Giuliani
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il giovane, 23 anni, è stato fermato all'aeroporto e portato in carcere. Dovrà scontare una pena per rapina e lesioni personali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità