QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 15°25° 
Domani 12°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 18 settembre 2019

Spettacoli martedì 27 ottobre 2015 ore 08:00

"Cacciato da accademia", Solfrizzi si racconta

Il popolare attore, protagonista al teatro Verdi di Pisa nell'ultimo weekend, si racconta agli spettatori rivelando un particolare inedito



PISA — Emilio Solfrizzi insieme alla compagnia di Sarto per signora e al regista Valerio Binasco, ha incontrato, nella platea del Teatro Verdi, il pubblico pisano.

Intervistati dal giornalista Alessio Giovarruscio, gli attori hanno raccontato come sono arrivati a fare teatro e che cosa rappresenta per loro questo mestiere.

Solfrizzi, protagonista della pièce, ha detto che “Quello di attore è un lavoro che si sceglie di fare e io ho avuto il privilegio di poterlo scegliere e di esserne felice. Questa attività mi ha, inoltre, permesso di conoscere meglio me stesso” Infatti, “il teatro è una passione che brucia” e che ha deciso di coltivare dopo essere stato cacciato dall’Accademia Navale di Livorno, esperienza voluta dalla famiglia e durata soltanto 44 giorni.

Il suo talento naturale si è rafforzato grazie a uno studio metodico e costante e un’attenzione capillare verso le opere e le tecniche espressive e gestuali di due grandi artisti: Totò di cui percepiva il dolore della sua comicità e Chaplin di cui aveva la sensazione di avvertire i demoni interiori, infatti ha dichiarato: “Se fossimo stati nella stessa stanza, sono certo che si sarebbe voltato a guardarmi”.

Il cast degli attori, composto da Emilio Solfrizzi, Viviana Altieri, Anita Barolucci, Fabrizio Contri, Cristiano Dessi, Barbara Bedrina, Lisa Galantini (pisana ma al suo primo debutto nella sua città natale), Simone Luglio, Elisabetta Mandalari, ha portato in scena la commedia che il drammaturgo francese Georges Feydeau scrisse a vent’anni e che, malgrado sia del 1886, è stata definita come “attuale e senza polvere”, dal direttore della programmazione del Teatro Verdi, Silvano Patacca. Infatti, la modernità del contenuto rende l’autore un riferimento per la comicità tra gli scrittori di commedie contemporanei.

Lo spettacolo, dopo il successo del debutto pisano, ha in programma altre 80 date e si concluderà a febbraio 2016

Viola Luti
© Riproduzione riservata



Tag

Offshore si schianta a Venezia, morto il campione Buzzi

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca