Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 26 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, Letta: «Dobbiamo chiuderci in una stanza a pane e acqua per la soluzione»

Attualità mercoledì 22 marzo 2017 ore 18:21

"Quella collina del disonore"

L'ampliamento della discarica trova l'opposizione del Movimento 5 stelle e del consigliere Fabio Poli. Il punto di vista di Legambiente



CASCINA — "Trascorrono gli anni, cambiano i colori delle amministrazioni comunali, ma i gestori delle discariche sul nostro territorio ottengono sempre le autorizzazioni che periodicamente chiedono". La sezione di Legambiente Pisa e Valdera commenta così l'ampliamento della discarica del Tiro a segno di Cascina.

"Nata prima degli anni ’80 -prosegue Legambiente-  è stata caratterizzata da continui ampliamenti e problemi di inquinamento ambientale. Nel 2000 entrò in una fase di post esercizio ma già nel 2002 fu ritenuta necessaria la realizzazione di opere per la messa in sicurezza e successiva riqualificazione ambientale dell’area. A marzo 2011 l’allora sindaco di Cascina Franceschini annunciava, insieme al Presidente di Ecofor service Spa Paolo Landi, il completamento del risanamento della discarica entro 2 anni e la realizzazione di un bel parco verde con giardini ed alberi. Dal 2011 ad oggi quella collina del disonore di Cascina ospita 210mila metri cubi di rifiuti contenenti amianto".

Intanto, sulla questione discarica, piovono interrogazioni e a quella, già presentata ma non ancora discussa del Movimento 5 stelle, si aggiunge quella del consigliere Fabio Poli, che interroga il sindaco e la Giunta comunale per conoscere le motivazioni per cui è stato concesso l’ampliamento.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'allarme è scattato quando nel complesso militare di San Piero a Grado si è udito uno sparo. L'ipotesi più accreditata è il suicidio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Cultura

Attualità